ROMA IN REVOLTA - Roma, Citta’ Aperta – ‘Pina’ 1945. Roma di Berlusconi – ‘Pina’ 2010.ROMA INREVOLTA – Roma, Citta’ Aperta – ‘Pina’ 1945. Roma diBerlusconi – ‘Pina’ 2010.Si apre oggi a Roma il processo contro 26 compagni imputati per i fatti del grande corteo del 14 Dicembre 2010.
In quei mesi, a due anni dal grande movimento universitario dell’Onda, una nuova mobilitazione studentesca attraversava le strade delle città italiane.

Quel giorno, a Roma, nei blindatissimi palazzi del potere un già traballante Silvio Berlusconi si comprava la fiducia al suo governo allungando di un anno la sua triste agonia (e nulla di meglio sarebbe venuto successivamente).

Fuori, nelle strade, più di 100.000 giovani sfiduciavano dal basso un’intera classe politica, poco preoccupati delle “scomuniche” del Saviano di turno.

Quel giorno, migliaia e migliaia di persone marciarono verso i palazzi del potere resistendo per ore in Via del Corso, in Piazza del Popolo e successivamente più in periferia alle continue cariche delle Forze dell’Ordine.

Oggi la Procura di Roma cerca, come al solito, di addossare a pochi capri espiatori, la responsabilità di quell’esplosione sociale accusandoli di resistenza, danneggiamento, travisamento e manifestazione non autorizzata.

Leggiamo con imbarazzo e pena gli articoli di certi giornali come Repubblica sempre pronti ad esaltare le rivolte ovunque purché non in Italia.
Quelli che nel resto del mondo sono giovani ribelli qui diventano teppisti, devastatori e terroristi. Ma del resto sappiamo bene che De Benedetti ed i suoi, qui nel Belpaese, hanno concreti e solidi interessi da difendere.

Solidali con gli imputati dunque!

FOTO | FONTE | SOURCE:

Si apre a Roma il processo per il 14 Dicembre 2010

http://milanoinmovimento.com/news-stream/si-apre-a-roma-il-processo-per-il-14-dicembre-2010

Advertisements