Screenshot 2018-10-12 at 21.16.42
ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: “FORO DI TRAIANO. La biblioteca nascosta e i suoi dintorni.” Luca Giannetta | FACEBOOK (29/09/2018) & Apertura straordinaria per il FAI. Ingresso e visita gratuiti a cura dei volontari. Oggiroma (29/09/2018) & Arch. G. Cavarra (1932).

Per celebrare la vittoria sul popolo dei Daci, sconfitti in due successive durissime campagne militari (101-102, 105-106 d.C.), la cui nazione fu trasformata nella nuova provincia della Dacia, fu realizzata la costruzione del Foro di Traiano.
Nasce così questo importante complesso che prese il nome dallo stesso imperatore e che per la sua grandiosità fu sempre considerato dai Romani alla stregua di una delle “meraviglie” del mondo.
L’intero Foro di Traiano consisteva in una grande piazza rettangolare, nella quale sorgeva la statua equestre colossale dell’imperatore (Equus Traiani), fiancheggiata da profondi portici con emicicli sui due lati lunghi ed era chiusa a sud da un gigantesco colonnato di marmi colorati.
Sul lato settentrionale della piazza si apriva la monumentale facciata della Basilica Ulpia: un edificio che doveva fungere da maestoso luogo di amministrazione della giustizia, diviso in cinque navate da colonne monolitiche di granito grigio egiziano.
Nel centro del cortile adiacente, originariamente pavimentato con lastre di marmo bianco, campeggia la Colonna di Traiano, una colonna alta circa 30 metri: lungo il suo fusto gira un fregio spiraliforme istoriato a bassorilievo. E’ lungo 200 metri e come un gigantesco volumen racconta e raffigura gli episodi salienti delle guerre daciche condotte dall’imperatore.
Sul lato ovest del cortile si conserva una delle due Biblioteche, completamente rimessa in luce nel 1932 e situata sotto il piano stradale attuale e quindi non visibile dall’esterno. Per larga parte coperta dai giardini di Via dei Fori Imperiali, era decorata con un pavimento a grandi lastre di granito grigio, bordate da fasce di giallo antico e nicchie lungo le pareti tradizionalmente interpretate come sedi per l’inserimento di armadi per libri.

Corsie preferenziali per Iscritti FAI. Apertura dalle ore 10 alle ore 18 in Piazza Foro Traiano. L’ultimo gruppo di 25 persone entra alle 17.30.

L’iniziativa è promossa dall’Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina e dal FAI.

Fonte | source:

— Apertura straordinaria per il FAI. Ingresso e visita gratuiti a cura dei volontari. Oggiroma (29/09/2018).

https://www.oggiroma.it/eventi/visite-guidate/cosa-fai-oggi-foro-di-traiano-la-biblioteca-nascosta-e-i-suoi-dintorni/41323/

Foto | fonte | sources:

–Luca Giannetta, “FORO DI TRAIANO. La biblioteca nascosta e i suoi dintorni.” FACEBOOK (29/09/2018).

https://www.facebook.com/yanez1961/media_set?set=a.2259435087411426&type=3

— ROMA – Foro di Traiano: Biblioteca occidentale. Planimetria di scavo realizzata da G. Cavarra nel I932 e conservata presso l’Arch. Disegni X Rip., Comune di Roma, in: Ufficio dei Fori Imperiali (1932 | 2018). http://www.mercatiditraiano.it/

— Patrizio Pensabene et al., FORO TRAIANO CONTRIBUTI PER UNA RICOSTRUZIONE STORICA E ARCHITETTONICA. Archeologia Classica, Vol. 41, 1989: 27-327.

S.v.,

— ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: I Fori Imperiali, oltre 15mila reperti archeologicI nascosti in un magazzino, LA REPUBBLICA (01|05|2015), & ROMA – I gioielli del Museo dei Fori diecimila reperti di Roma antica, CORRIERE DELLA SERA (21|09|2004)& LA REPUBBLICA (24|09|2001).

https://wp.me/pPRv6-30v

Advertisements