ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: Il delirio della Boldrini: propone di cancellare i monumenti del Duce, ILGIORNALE.IT (12/07/2017).

16995071400_1f5ae126e9_o

ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: Il delirio della Boldrini: propone di cancellare i monumenti del Duce, ILGIORNALE.IT (12/07/2017).

__________
Nota:

“The polemic within architecture is a profoundly political polemic.”
Massimo Bontempelli, in:

“L’architettura come morale e politica,” (August 1933), in:
L’avventura novecentista, Florence: Vallecchi editore (1972), 477-478.

“Until recently one couldn’t say that Fascist architecture was beautiful, otherwise he would be accused of saying Fascism as a whole was beautiful. Now we can say the battle is won.”

Prof. Arch. Rossana Bossaglia, Rome, Italy in: Alessandra Rizzo, “After decades of oblivion, Fascist architecture gains new favor.”
Rome, the Associated Press, 1 October (2003).

“Until the 1970s, it was simply considered a dark page in the history of Italian architecture. Today, after more than 50 years, we can look at things from a distance. Something of high-quality – even if it was born in a questionable period – can still be interesting.”

Prof. Arch. Giorgio Muratore, Rome, Italy in: Alessandra Rizzo, “After decades of oblivion, Fascist architecture gains new favor.” Rome, the Associated Press, 1 October (2003).

“When I was growing up, you weren’t allowed to like fascist architecture because it branded you a fascist.” But, she says, “at some point you have to let go and let the buildings be isolated from their political meaning.”

Dr. Arch. Flavia Marcello, Rome, Italy in: “Rome – The Empire’s New Clothes.”
The Financial Times, London, U.K., 25 August 2007.
http://www.ft.com (Retrieved late 2007).
__________

ROMA – Il delirio della Boldrini: propone di cancellare i monumenti del Duce, ILGIORNALE.IT (12/07/2017).

La presidente della Camera scatena l’ilarità della Rete: “Abbattiamo la stazione Termini?”

La stazione di Milano Centrale con i suoi simboli imperiali? Il «Colosseo quadrato» dell’Eur con le sue grandi iscrizioni? Il «Palazzo dei Marescialli», ora sede del Csm, con le sue aquile e le sue teste elmettate? Abbattere, grazie. Sono simboli fascisti, creano «disagio» ai partigiani. E se abitate a Sabaudia oa Latina sono guai. Insomma, occhio: nessuno è al sicuro. Nemmeno i tombini.

Già, a volte ritornano anche le pessime idee. E così Laura Boldrini, presidente della Camera, a differenza di Paganini si ripete. Con lo stesso spartito, l’abbattimento dei monumenti fascisti, e le stesse citazioni. E scatenando oggi come allora in egual misura ilarità e polemiche. Ad aprile del 2015, dopo aver ricevuto i partigiani a Montecitorio per il 70esimo anniversario della resistenza, fece suo il «disagio» manifestato da alcuni ospiti per essere costretti a vedere nelle città i simboli del Ventennio. Nel mirino finì in particolare l’obelisco del Foro Italico, e Boldrini propose almeno di «togliere la scritta» Mussolini Dux. Seguì un’ondata di polemiche insolitamente trasversali e la Boldrini fece retromarcia parlando a RaiNews24: «I partigiani hanno manifestato il loro disagio, ma io mi sono sottratta a questo esercizio di abbattimento». E dunque, concluse, «L’obelisco rimane lì, nessuno vuole abbattere niente».

Questione chiusa? Macché. Arriva Emanuele Fiano con la sua legge e qualcuno chiede un parere alla Boldrini, a margine di un convegno. E lei prima dice di non voler «commentare i provvedimenti che sono in Aula». E poi – come riporta il Tempo – rispolvera la stessa storia, il medesimo aneddoto dei partigiani che, alla Camera, due anni fa le parlarono del «disagio» provato passando nelle città sotto ai simboli di quel fascismo che hanno combattuto. E che «non accade altrettanto in Germania, dove i simboli del nazismo non ci sono più». E dunque «non possiamo sottovalutare il fatto che ci sono persone che si sentono poco a loro agio quando passano sotto certi monumenti». Insomma, tregua finita. Ad appena 74 anni dalla fine del regime fascista, la crociata boldriniana contro obelischi, monumenti e tombini che offendono i partigiani può ripartire. E con essa l’ilarità della rete.

Twitter si scatena: «Praticamente è come se gli egiziani abbattessero le piramidi perché costruite da popoli resi schiavi», «Buttiamo giù la stazione Termini, Ponte Flaminio, il ministero degli Esteri?», «Boldrini rivendica il metodo Isis per le architetture del Ventennio», «Un secolo fa, la sinistra consegnava il paese al fascismo. Un secolo dopo, prima di ritirarsi sull’Aventino, lo vuole in macerie», e via cinguettando. Il sito termometropolitico.it, poi, si preoccupa anche di ricordare alla terza carica dello Stato che quella postilla sui tedeschi demolitori di simboli nazisti è una discreta panzana. Molti monumenti all’odor di svastica sono ancora in pieno uso in Germania, dall’Area dei raduni di Norimberga alla Haus der Kunst di Monaco, fino all’Olympiastadion di Berlino, realizzato per le Olimpiadi del 1936. Ma ricordato in Italia per i mondiali di 70 anni dopo. il trionfo del 2006. Quando, per fortuna, era ancora in piedi.

FONTE | SOURCE:

— ILGIORNALE.IT (12/07/2017).

http://www.ilgiornale.it/news/politica/delirio-boldrini-propone-cancellare-i-monumenti-duce-1419007.html

FOTO | FONTE | SOURCE:

— ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA. LA MEMORIA – Boldrini: «Cancellare la scritta Dux dall’obelisco di Mussolini» Bufera sulla presidente della Camera, CORR. DELLA SERA & IL TEMPO (17|04|2015).

ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA. LA MEMORIA - Boldrini: «Cancellare la scritta Dux dall’obelisco di Mussolini» Bufera sulla presidente della Camera, CORR. DELLA SERA & IL TEMPO (17|04|2015).

s.v.,

— LATINA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: POLEMICHE Latina, una mostra sul duce e il sindaco vorrebbe la Boldrini, CORRIERE DELLA SERA (26|04|2015) & NEWSWEEK, USA (16|04|2015).

http://wp.me/pPRv6-2ZF

LATINA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: POLEMICHE Latina, una mostra sul duce e il sindaco vorrebbe la Boldrini, CORRIERE DELLA SERA (26|04|2015) & NEWSWEEK, USA (16|04|2015).

— ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: The Imperial Fora / Via dell’ Impero (2008-2011): Exhibits: “L’ invenzione dei Fori Imperiali – Demolizioni e scavi: 1924-1940.”& “Via dell‘Impero Nascita di una strada 1924-1940” & Museo della Civiltà Romana – riemergono i reperti catalogati nel 1939. FOTO & STAMPA 1 di 600 (07/2017).

https://www.flickr.com/photos/imperial_fora_of_rome/collections/72157622269082939/

— ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: Mussolini’s Rome – The ‘Via Dell’ Impero’ and the ‘Imperial Fora’ (1924-1940): The New Studies of the Fascist Systemization of the Imperial Forums; and the new Metro C Excavations at the Velia & Colosseum Valley (2006-11). [PDF], pp. 1-21.

http://wp.me/pPRv6-fU

Advertisements

2 thoughts on “ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: Il delirio della Boldrini: propone di cancellare i monumenti del Duce, ILGIORNALE.IT (12/07/2017).

    1. Grazie Alvaro, so che i giornali orientano fascista. Ma la signora Boldrini è solo un altro politico italiano incapace di fare politica con il patrimonio architettonico di Roma.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s