7294394-3x2-700x467

1). FORI IMPERIALI E POLEMICHE – Colosseo, il Tar boccia l’istituzione del Parco archeologico voluta dal ministro Franceschini. CORRIERE DELLA SERA (07/06/2017).

Accolto il ricorso del Campidoglio, annunciato il giorno del Natale di Roma. La questione aveva creato polemiche fra il Comune e i Beni culturali. Franceschini: impugneremo la sentenza.

l Tar del Lazio ha accolto il ricorso di Roma Capitale contro il ministero dei Beni culturali sull’istituzione del Parco archeologico del Colosseo. La sentenza breve pubblicata oggi rappresenta uno stop al progetto del Mibact. Accolto anche analogo ricorso presentato dalla Uil. «Purtroppo non posso dire che sono stupito…» ha commentato a caldo il ministro Enrico Franceschini: «Stesso Tar, stessa sezione della sentenza sui direttori stranieri. Fatico però a capire perché 31 Musei e Parchi Archeologici autonomi, dagli Uffizi a Pompei, vadano bene e il 32°, il Parco del Colosseo, giuridicamente identico a tutti gli altri, invece no… Leggeremo la sentenza, cosa per ora impossibile, e ovviamente la impugneremo subito»

Le ragioni del ricorso
«Ho a cuore Roma, è inaccettabile che si prendano sulla pelle dei cittadini decisioni che probabilmente favoriscono interessi economici e non la crescita della città. È un provvedimento calato dall’alto – aveva detto Virginia Raggi annunciando il ricorso -. Non possiamo tollerare che il Comune incassi solo il 30%. I ricavi dei biglietti di Colosseo e Fori, 40 milioni, prima andavano per l’80% alla Soprintendenza speciale. Oggi invece sono tutti del parco e solo il 30% torna al Comune: è inaccettabile»
.
La soddisfazione del Campidoglio
«Aspetto di leggere la sentenza, ma apprendo che le argomentazioni che hanno motivato il nostro ricorso sono state riconosciute fondate dal Tribunale amministrativo. E questo mi sembra un momento importante e positivo per riprendere un discorso sulla gestione integrata e unitaria del patrimonio culturale della città così come proposto piu’ volte dall’amministrazione capitolina al ministero dei Beni culturali»: questo il commento di Luca Bergano, vicesindaco e assessore alla Crescita culturale, Luca Bergamo, intervistato dall’agenzia Dire. «Ciò che rende unica Roma – ha aggiunto – è la straordinaria presenza di una civiltà che ininterrottamente ha trasformato il proprio territorio lungo l’arco di oltre 2700 anni. Questa unicità è un valore dello sviluppo del Paese, oltre che della città stessa, solo se viene concepita come parte integrante di una politica il cui obiettivo primario non è l’attrazione di turisti, che pure sono benvenuti, ma lo sviluppo di nuova cultura e la valorizzazione dell’enorme sistema di produzione della conoscenza che la città ospita».

FONTE | SOURCE:

— CORRIERE DELLA SERA (07/06/2017).

http://roma.corriere.it/notizie/arte_e_cultura/17_giugno_07/colosseo-tar-boccia-l-istituzione-parco-archeologico-voluta-ministro-franceschini-a4572eaa-4b83-11e7-bcad-6e8de384d9e7.shtml

2). ROMA – Tar accoglie ricorso Campidoglio: stop a Parco archeologico del Colosseo. LA REPUBBLICA (07/06/2017).

La giunta Raggi aveva contestato il decreto per la riorganizzazione delle Soprintendenze. Il ministro Franceschini: “Faremo ricorso al Consiglio di Stato”

Il Tar del Lazio ha accolto il ricorso di Roma Capitale contro il ministero dei Beni culturali sull’istituzione del Parco archeologico del Colosseo. E il ministro Dario Franceschini, senza perdere tempo, annuncia: Faremo ricorso al Consiglio di Stato. La sentenza breve pubblicata oggi rappresenta l’ennesimo stop al progetto del Ministero dei Beni Culturali, che è stata uno dei fiori all’occhiello del governo Renzi. Due le sentenze di accoglimento pubblicate, la seconda riguarda il ricorso presentato anche dal sindacato Uilpa-Bact.

Nuovo stop dunque alla riforma targata Franceschini da parte del Tribunale amministrativo del Lazio, dopo quello delle scorse settimane quando i giudici boccirono la nomina di cinque dei venti direttori dei super-musei: ovvero quella direttore di Palazzo Ducale di Mantova, la Galleria Estense di Modena, i Musei archeologici nazionali di Taranto, Napoli e Reggio Calabria.
Vacilla dunque, anche la nuova riorganizzazione delle soprintendenze romane a cui il Campidoglio si era da subito opposto.
L’istituzione del Parco archeologico del Colosseo – che porta con sè anche la Domus Aurea, il Foro Romano e il Palatino – secondo l’amministrazione pentastellata è “lesiva degli interessi di Roma Capitale”.

“E’ inaccettabile che a Roma ci siano aree di serie A e aree di serie B, in pratica sembra che il governo voglia gestire in totale autonomia e senza alcuna concertazione il patrimonio culturale dell’amministrazione stessa”, aveva detto la sindaca Virginia Raggi lo scorso gennaio, subito dopo la firma del ministro al decreto che metteva l’ultimo tassello nel puzzle della riorganizzazione. “I ricavi della bigliettazione del Colosseo e dei Fori portano nelle casse del nuovo ente circa 40 milioni di euro che prima andavano per l’80% alla Soprintendenza speciale, oggi invece saranno tutti del Parco e solo il 30% andrà alla Soprintendenza. Quindi su Roma rimane molto poco”. Tutto falso “assolutamente falso il calcolo” era stata l’immediata risposta di Franceschini, convinto che il parco del Colosseo, dove a gestirlo sarebbe stato un super manager con bando internazionale, avrebbe valorizato ancora di più l’area archeologica grazie alle nuove tecnologie e alla multimedialità messe a disposizioni di romani e turisti. “Per un più moderno modo di vivere l’arte e la storia che deve essere alla portata di tutti , ragazzini compresi”, aveva spiegato il ministro. E ora arriva anche immediata la risposta del Mibact allla decisione del Tar: “Faremo ricorso al Consiglio di Stato”. Il Braccio di Ferro continua.

FONTE | SOURCE:

— LA REPUBBLICA (07/06/2017).

http://roma.repubblica.it/cronaca/2017/06/07/news/tar_accoglie_ricorso_campidoglio_contro_mibact_stop_a_parco_archeologico_del_colosseo-167494425/

 

s.v.,

— ROMA ARCHEOLOGIA e RESTAURO ARCHITETTURA: IL MUSICAL «Divo Nerone» al Palatino, anteprima tra caos, file impossibili e proteste. CORRIERE DELLA SERA (07/06/2017).

— ROMA ARCHEOLOGIA e RESTAURO ARCHITETTURA. Dario Franceschini | MIBACT & Emperor Octopus ‘Nerone’ Grabus: Nerone al Palatino, una follia con i soldi pubblici. CORRIERE DELLA SERA (23/05/2017).

— ROMA ARCHEOLOGIA e RESTAURO ARCHITETTURA: Foro romano e Palatino sono chiusi Ma per i turisti americani c’è la cena. CORRIERE DELLA SERA (20/05/2017).

— ROMA ARCHEOLOGIA e RESTAURO ARCHITETTURA: Il MiBACT- Palco sul Palatino, Franceschini: “Solo polemiche & “Nessun rischio per la tutela.” DIRE LAZIO, LA REPUBBLICA & OSSERVATORE ROMANO (19/05/2017).

— ROMA ARCHEOLOGIA e RESTAURO ARCHITETTURA: Franceschini MIBACT | SSCOL – Uscita del Colosseo – “..E la colpa non è della RAGGI ma bensì del governo PD che protegge tutto questo schifo hanno rovinato Roma.” ROMA FA SCHIFO (19/05/2017).

http://wp.me/pPRv6-40o

Advertisements