C-AE7P8WAAALHaM

ROMA ARCHEOLOGIA e RESTAURO ARCHITETTURA. Dario Franceschini | MIBACT – “Non potevano partecipare stranieri”. Il tar Lazio boccia nomine di Franceschini per i musei. LA REPUBBLICA | LA STAMPA (25/05/2017).

1). ROMA – “Non potevano partecipare stranieri”. Il tar Lazio boccia nomine di Franceschini per i musei. LA REPUBBLICA (25/05/2017).

I giudici amministrativi contestano l’ammissione di cittadini non italiani. No anche alle prove orali a porte chiuse e ai criteri di “natura magmatica” nella valutazione dei candidati. Il ministro: “Non ho parole”. Da Paestum a Palazzo Ducale di Mantova, in cinque, sono senza direttori da oggi.

Roma. La riforma dei musei voluta dal ministro dei Beni culturali Dario Franceschini rischia di tornare al punto di partenza. Il Tar del Lazio con due sentenze ha infatti bocciato cinque dei venti direttori dei supermusei e le nomine, di conseguenza, sono state annullate. Cinque musei, del calibrovdi Paestum o di Palazzo Ducale, sono qui da ora senza direttori. Una decisione che ha provocato <torovocando l’immediata reazione del ministro su twitter: “Non ho parole”.

Il Tar del Lazio – accogliendo il ricorso di due candidati alle posizioni di direzione di musei di Mantova, Mmodena, Paestum, Taranto, Napoli e Reggio Calabria – ha ritenuto infatti in primo luogo che le procedure di selezione fossero viziate in più punti.

Tre i punti fondamentali che hanno convinto i giudici ad accogliere il ricorso di altri candidati: “Il bando della selezione non poteva ammettere la partecipazione al concorso di cittadini non italiani in quanto nessuna norma derogatoria consentiva di reclutare dirigenti pubblici fuori dalle indicazioni tassative espresse dall’articolo 38. Se infatti il legislatore avresse voluto estendere la platea di aspiranti alla posizione dirigenziale ricomprendendo cittadini non italiani lo avrebbe detto chiaramente”.

Nel testo firmato dal presidente Leonardo Pasanisi e dal consigliere Francesco Arzillo si parla della illegittimità delle modalità di svolgimento del concorso: “A rafforzare la sostenuta illegittimità della prova orale, la circostanza che questa ultima si sia svolta a porte chiuse” mentre in altri punti si parla di criteri magmatici nella valutazione dei candidati.

Con la riforma di Franceschini dopo le selezioni sette direttori sono stranieri tra i quali quello del parco archeologico di Paestum e del Palazzo Ducale di Mantova, interessati dal verdetto del Tar.

La riforma del ministro dei beni culturali ha assegnato a 32 musei la piena autonomia organizzativa, scientifica, finanziaria e contabile. I primi venti già funzionano da due anni e i risultati sembrano essere positivi come iniziative e numero di visitatori. E’ quindi quasi certo che il ministero ricorrerà in appello al Consiglio di Stato.

FONTE | SOURCE:

— LA REPUBBLICA (25/05/2017).

http://www.repubblica.it/cronaca/2017/05/25/news/_non_potevano_partecipare_stranieri_il_tar_lazio_boccia_nomine_franceschini_per_i_musei-166340039/

2). ROMA – Il Tar annulla cinque nomine di direttori di musei. Ira di Franceschini: non ho parole. LA STAMPA (25/05/2017).

La riforma rischia di impantanarsi dopo la sentenza del tribunale amministrativo del Lazio. Ora la palla passa al Consiglio di Stato.

«Il mondo ha visto cambiare in 2 anni i musei italiani e ora il Tar Lazio annulla le nomine di 5 direttori. Non ho parole, ed è meglio…». Così il ministro dei Beni culturali e del Turismo, Dario Franceschini, ha commentato su twitter la sentenza del Tar del Lazio che ha bocciato le nomine di cinque dei venti direttori dei supermusei.

Il Tar ha dato ragione a due ricorsi, uno presentato da una candidata alla direzione di Palazzo Ducale e della Galleria Estense di Modena e l’altro di un candidato al ruolo di direttore di Paestum e dei musei archeologici di Taranto, Napoli e Reggio Calabria. Nella sentenza n. 6171/2017 i magistrati si soffermano negativamente sui criteri di valutazione dei candidati ammessi, criteri definiti «magmatici», che non permettono di «comprendere il reale punteggio attribuito a ciascun candidato». Il Tar boccia poi il metodo dei colloqui a porte chiuse, «occorre che durante le prove orali sia assicurato il libero ingresso al locale».

Ora la vicenda si sposta al Consiglio di stato. Ma si rischia di perdere altro tempo prezioso per una riforma indispensabile al sistema economico e culturale italiano.

FONTE | SOURCE:

— LA STAMPA (25/05/2017).

http://www.lastampa.it/2017/05/25/italia/politica/il-tar-annullacinque-nomine-di-direttori-di-musei-ira-di-franceschini-non-ho-parole-Nd8JjfWXTZzbXBy46nktrI/pagina.html

FOTO | FONTE:

— Grande @virginiaraggi.
#Franceschini giù le mani dal #Colosseo, incapace. | TWITTER (22/04/2017).

Advertisements