FIRENZE ARCHEOLOGIA e RESTAURO ARCHITETTURA: Firenze, Mc Donalds in piazza Duomo Nardella: contrario all’apertura Su Facebook la pagina del no fa boom. L’apertura del fast food in piazza Duomo ha fatto scoppiare lunedì la polemica politica, con le opposizioni in consiglio comunale all’attacco: «E che fine fa il regolamento dell’Unesco?» CORRIERE FIORENTINO (22/06/2016).

13445533_1650746971913892_1035715578817188098_n-kzbh-u46030655207202vzh-1224x916corrierefiorentino-web-firenze

FIRENZE ARCHEOLOGIA e RESTAURO ARCHITETTURA: Firenze, Mc Donalds in piazza Duomo Nardella: contrario all’apertura Su Facebook la pagina del no fa boom. L’apertura del fast food in piazza Duomo ha fatto scoppiare lunedì la polemica politica, con le opposizioni in consiglio comunale all’attacco: «E che fine fa il regolamento dell’Unesco?» CORRIERE FIORENTINO (22/06/2016).

FIRENZE – «NO al Mc Donald’s in piazza del Duomo a Firenze»: questo il nome della pagina Facebook realizzata per contrastare la ventilata apertura del colosso dei fast-food nella celebre piazza, che a poche ore dalla sua attivazione veleggia oltre i 4.0000 mi piace. Come immagine lo spazio ha una foto della cattedrale di Santa Maria del Fiore sormontata dal logo giallo e rosso di Mc Donald’s, il tutto barrato da una X.

Il sindaco su facebook: contrario all’apertura, ma armi spuntate – Il sindaco Dario Nardella: «Tanto per fare chiarezza. Io sono contrario all’apertura di un Mc Donald’s in piazza del Duomo. Non è coerente con la nostra battaglia che da anni conduciamo contro fast food e mini market per la tutela della tradizione e dell’identità della città. I sindaci hanno da alcuni anni le armi spuntate a causa delle leggi sulle liberalizzazioni che rendono molto facili le aperture di nuovi esercizi commerciali. Ciò nonostante faremo tutto quello che possiamo per evitare questa apertura».

L’attacco del consigliere Grassi – L’apertura di McDonald’s in piazza Duomo ha fatto scoppiare lunedì la polemica politica, con le opposizioni in consiglio comunale all’attacco. «Ci siamo sentiti dire più di un anno fa che non sarebbe mai accaduto. Che mai e poi mai ci sarebbe stata un’apertura di McDonald’s al Duomo. E invece? La giunta Nardella sta per farlo. Con quali deroghe e motivazioni?». Così Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze riparte a Sinistra. E dopo la comunicazione dell’assessore Bettarini in Consiglio comunale, Grassi attacca: «State solo nascondendo la verità. Vi siete rimangiati la parola data alla città. Le motivazioni che state portando non sono credibili». «Dovevamo riprenderci il nostro centro storico – conclude il capogruppo – e se questo è il modo in cui lo facciamo non siamo d’accordo. L’identità e i tratti caratteristici di Firenze dove è che sono tutelati? Tanto clamore per l’approvazione del regolamento Unesco e poi si straccia alla prima proposta».

L’assessore Bettarini – Bettarini ha spiegato a ControRadio che ci sono trattative in corso tra la società e il Comune: «Dobbiamo valutare il tipo di offerta commerciale e la rispondenza alle regolamentazioni – ha detto l’assessore, aggiungendo che – McDonald’s ha presentato domanda di deroga» rispetto al nuovo regolamento a tutela del tessuto commerciale del centro storico, nella parte in cui prevede l’obbligo di utilizzo di una notevole percentuale di prodotti di filiera corta e del territorio. McDonald’s, ha aggiunto Bettarini, ha «presentato anche una serie di specifiche del progetto che intende effettuare in piazza del Duomo: lo spazio non avrà caratteristiche da fast food ma sarà un ristorante con servizio al tavolo e ci saranno spazi culturali, come una libreria e servizi di informazione per il cittadino. Elementi che riteniamo validi ad elevare l’offerta per la cittadinanza». In merito alla questione dell’insegna, considerata la delicatezza dell’area su cui il McDonald’s potrebbe affacciarsi «sarà valutata con grande attenzione insieme alla Sovrintendenza». «Il fatto che una grande catena multinazionale come McDonald’s abbia ritenuto di offrire un modello particolare di ristorazione per la città di Firenze grazie al nostro regolamento – ha proseguito Bettarini – è un grande successo per questa amministrazione. E il tema delle insegne riguarda invece la normativa di carattere edilizio, non il regolamento Unesco, grazie al quale siamo oggi nella posizione di poter discutere con una grande multinazionale le condizioni per aprire a Firenze».

FONTE | SOURCE:

— CORRIERE FIORENTINO (22/06/2016).

http://corrierefiorentino.corriere.it/firenze/notizie/cronaca/16_giugno_22/firenze-pagina-no-mc-donald-s-piazza-duomo-fa-pieno-like-43d2a27c-3864-11e6-9f7c-a75bbe6c341e.shtml?cmpid=SF020103COR

s.v.,

FIRENZE ARCHEOLOGIA e RESTAURO ARCHITETTURA: “NOT LOVIN IT’ – Unhappy Meal: McDonald’s Battles to Bring Golden Arches to Heart of Florence Fast-food giant launches $20-million lawsuit after Italian city says no to plans for outlet near famed cathedral, THE WALL STEET JOURNAL, 04 November (2016). http://wp.me/pPRv6-3zy

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s