ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: Roma, archi di Costantino e Giano, gli antichi marmi in gabbia: “E’ ora di liberarli”, LA REPUBBLICA (16|12|2015). Foto: A. Sadeler, l’Arco di Costantino (1606).

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA
KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: Roma, archi di Costantino e Giano, gli antichi marmi in gabbia: “E’ ora di liberarli”, LA REPUBBLICA (16|12|2015). Foto: A. Sadeler, l’Arco di Costantino (1606).

ROMA – La battaglia del soprintendente: “Sono barriere inutili, non servono a proteggere e creano anche degrado.”

Liberare i monumenti dalle gabbie delle cancellate. Impedire che ci siano barriere che si alzino tra i marmi antichi e la città. Francesco Prosperetti, che guida la soprintendenza archeologica di Roma, vuole lanciare una campagna contro le grandi recinzioni di ferro che ancora adesso imprigionano tesori, come ad esempio l’Arco di Costantino, quello di Giano, la zona del Velabro e l’antico Arco degli Argentari.

“Mi ricordo ancora che, proprio a pochi giorni dal mio insediamento” spiega il soprintendente “dopo che la Barcaccia fu danneggiata dai tifosi olandesi, ci fu qualcuno che propose di circondarla con un cancello per proteggerla. E già allora dissi che una soluzione del genere la giudicavo improponibile”. Secondo Prosperetti il tema della conservazione di un patrimonio unico al mondo è naturalmente molto delicato e va trattato con tutte le prudenze del caso, “ma mi sembra” afferma “che una cancellata in molti casi sia solo un palliativo e potrebbe paradossalmente anche aumentare il rischio, quando abbiamo, ad esempio, un complesso monumentale come il Colosseo e ci fosse la necessità di evacuarlo rapidamente di migliaia e migliaia di visitatori, l’ipotesi di una recinzione che abbracci tutta la piazza potrebbe essere pericolosa”.

E recentemente anche la Commissione speciale Stato-Comune sull’area archeologica centrale ha concentrato la sua attenzione proprio su questo argomento. Veniva sottolineata l’attuale separatezza dei tesori antichi rispetto al resto della città e l’obiettivo da realizzare, quello per cui la zona archeologica deve essere vissuta come una parte della Roma contemporanea mettendo in comune alcuni percorsi. “La stessa operazione” aggiunge Prosperetti “che fu portata avanti aprendo la Via Sacra”.

Ma veniamo ai due antichi archi da liberare dai cancelli. “Intorno all’Arco di Costantino” afferma il soprintendente “esiste da anni una cancellata, molto invasiva proprio per l’immagine del monumento, che forse si potrebbe cercare di rimuovere. In realtà c’è già anche un impianto anti-intrusione a tenda che fa lanciare un allarme quando una persona si avvicina. Considerando che in questi anni piazza del Colosseo è uno dei luoghi più presidiati di Roma con carabinieri a cavallo, vigili, militari e polizia, la cancellata mi sembra un eccesso di prudenza”.

L’altro caso è quello dell’Arco di Giano, chiuso con una recinzione sui due lati dopo l’attentato mafioso del 1993. In questo caso, secondo la soprintendenza, basterebbe eliminare la cancellata che separa l’arco dalla piazza di San Giorgio al Velabro e quella che racchiude il cosiddetto Arco degli Argentari, a patto però di installarne una chiusa solo la notte sullo sbocco della piazza verso via di San Teodoro. La Fondazione Fendi che sta per inaugurare una sede che si affaccia sulla zona archeologica si è detta disposta a chiudere i cancelli la sera per riaprirli la mattina. “D’altronde” conclude Prosperetti “si migliorerebbe anche il decoro urbano: spesso le aree dentro le cancellate sono luoghi di degrado, di erba non tagliata e di deposito di lattine e bottiglie vuote”.

FONTE | SOURCE:

— LA REPUBBLICA (16|12|2015).

http://roma.repubblica.it/cronaca/2015/12/16/news/il_piano_di_prosperetti_per_rimuoverle_dagli_archi_di_trionfo-129558270/

FOTO | FONTE

— A. Sadeler, l’Arco di Costantino (1606).

http://www.rareoldprints.com/z/11210

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s