ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: Fori Imperiali – Foro della Pace: giusto il restauro delle colonne? Il prof. Giuliano Volpe: “Non dubito della sua correttezza tecnica e metodologica”, L’Indro (10|07|2015).

ROMA ARCHAEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: Fori Imperiali - Foro della Pace: giusto il restauro delle colonne? Il prof. Giuliano Volpe: “Non dubito della sua correttezza tecnica e metodologica”, L'Indro (10|07|2015).

ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: Fori Imperiali – Foro della Pace: giusto il restauro delle colonne? Il prof. Giuliano Volpe: “Non dubito della sua correttezza tecnica e metodologica”, L’Indro (10|07|2015).

— Si parla del progetto di rialzare 7 colonne del Foro della Pace a Roma, ma con plinti in cemento armato. È vera la notizia e se sì come mai?

Il progetto di anastilosi delle colonne del Foro della Pace è stato elaborato ed è in corso di realizzazione da parte della Sovrintendenza Comunale di Roma. Non conosco quindi le soluzioni tecniche adottate, ma ho stima e fiducia nei colleghi della Sovrintendenza, a partire dal sovrintendente, Parisi Presicce, e non ho dubbi che le soluzioni siano perfettamente in linea con le più rigorose metodologie in questo campo. Mi risulta che si tratta di soluzioni perfettamente reversibili – e non potrebbe essere diversamente –, che devono però tener conto anche di problemi di sicurezza e, ormai, anche giustamente delle norme antisismiche. Tuttavia ripeto, non ho motivo di dubitare della correttezza tecnica e metodologica di chi sta eseguendo il progetto di anastilosi, che difendo nella maniera più assoluta. Trovo anzi gravi e volgari gli attacchi mossi – anche su giornali importanti che evidentemente nel campo dei beni culturali hanno deciso di sposare le posizioni oggettivamente più retrive e conservatrici, assai lontane dalle visioni più avanzate, elaborate a livello internazionale – che partendo da una notazione di tipo tecnico (peraltro tutta da verificare), coinvolge il progetto di anastilosi in sé. Questa posizione mi sembra il frutto d’ignoranza e forse anche di malafede. Ignoranza perché l’anastilosi è pratica diffusa dappertutto nel mondo da oltre un secolo e ha raggiunto livelli tecnici elevati. Nasce sia dell’esigenza di conservazione (le colonne adagiate a terra si danneggiano certamente molto di più a causa degli agenti atmosferici), sia per garantire una migliore comprensione del monumento da parte dei cittadini e dei visitatori. Solo chi, con una visione neoromantica e spiccatamente elitaria, preferisce la contemplazione di ruderi incomprensibili, si può opporre all’anastilosi di colonne, che, è forse il caso di ricordarlo, erano fatte per stare in piedi e non per essere, com’era finora, allineate a terra. È questo un esempio del ritardo culturale, e di un certo conservatorismo, del feticismo, e anche del provincialismo – hanno visitato i parchi archeologici di altre parti del mondo, sono mai stati, ad esempio, ad Efeso? – di certe vestali della cultura che preferiscono un paesaggio di rovine a monumenti resi più comprensibili con l’anastilosi e con altri sistemi di ricostruzione.

— Questo progetto di restauro non contraddice la teoria espressa da Brandi sul mantenimento dei materiali originali per restaurare gli edifici, opere d’arte ed elementi architettonici?

Anche le teorie del restauro non sono il vangelo, ma si evolvono nel tempo con il progresso delle conoscenze, delle riflessioni metodologiche, delle tecniche e delle tecnologie. Molta acqua è passata sotto i ponti dai tempi del restauro estetico di Brandi; c’è stata ad esempio la grande lezione di Giovanni Urbani e la riflessione continua. Anzi il problema è che l’Italia vive sugli allori del passato nel campo del restauro e non si rende forse conto che quel primato non c’è più e che servirebbe nuova capacità d’innovazione e sperimentazione. In ogni caso, lo ribadisco, questa domanda andrebbe posta a chi ha progettato e realizzato l’intervento. Io non posso che limitarmi a considerazioni generali.

— Come rientra questo progetto di restauro nel Consorzio dei Fori?

Il Consorzio Fori di Roma è ancora in fase di progettazione e diventerà operativo solo il prossimo anno; questo restauro è opera della Sovrintendenza Comunale. Peraltro il Consorzio si occuperà di gestione e non di ricerca, tutela, conservazione, che restano competenze della Soprintendenza statale e di quella comunale.
Trovo, però, questo intervento pienamente in linea con la visione della tutela, della valorizzazione e della fruizione, indicata dalla Commissione paritetica MiBACT-Roma Capitale, che ho avuto l’onore di presiedere. Oltre all’intervento sulle colonne del Foro della Pace sono previste operazioni di anastilosi anche nell’area del Foro di Traiano, oltre ad altri progetti – ad esempio la ricostruzione dell’arena del Colosseo, la sistemazione della piazza del Colosseo, etc. – auspicati dalla Commissione, come si può desumere dalla relazione consegnata il 30 dicembre scorso. Trovo, però, questo intervento pienamente in linea con la visione della tutela, della valorizzazione e della fruizione, indicata dalla Commissione paritetica MiBACT-Roma Capitale, che ho avuto l’onore di presiedere.

— Il Consorzio dei Fori ha in programma altri restauri per la zona dei Fori. E se sì quali?

Oltre all’intervento sulle colonne del Foro della Pace sono previste operazioni di anastilosi anche nell’area del Foro di Traiano, oltre ad altri progetti – ad esempio la ricostruzione dell’arena del Colosseo, la sistemazione della piazza del Colosseo, etc. – auspicati dalla Commissione, come si può desumere dalla relazione consegnata il 30 dicembre scorso.

FONTE | SOURCE:

— L’Indro (10|07|2015).

http://www.lindro.it/foro-della-pace-giusto-il-restauro-delle-colonne/2/

s.v.,

— ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: Roma: Tempio Della Pace – cemento armato nelle colonne di Vespasiano, il restauro è da brivido, M5S SENATO NEWS (09|07|2015) & [VIDEO 02:53].

— ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: Il Tempio della Pace e le sette colonne della discordia. A Roma scoppiano le polemiche per l’uso eccessivo di cemento armato nel il restauro del portico voluto da Vespasiano. Il rischio è l’effetto Disneyland, La Repubblica, (7 luglio 2015).

— ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: I FORI IMPERIALI – TEMPIO DELLA PACE Cemento ai Fori, caso in Parlamento «Intervento dannoso» per le colonne, CORRIERE DELLA SERA (05|07|2015).

— ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITECTTURA: RESTAURO CHOC AL FORO DELLA PACE – Archeologia La denuncia di gruppo di studiosi – Fa discutere l’ uso del cemento nelle colonne, IL TEMPO (02|06|2015). Foto varii: Foro della Pace (04 & 05|2015).

— ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: I FORI IMPERIALI – “Il Tempio della Pace torna a vivere,” Roma Capitale Istituzione | VIDEO FACEBOOK (27|04|2015) & COMUNE DI ROMA (25|04|2015). [Nota. Foto 1 di 18 = Video].

— ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: Dott.ssa Paola Giannone, I FORI IMPERIALI – “ANASTILOSI DELLE COLONNE DEL TEMPIO DELLA PACE,” | FACEBOOK (26|04|2015).

— ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: Fori Imperiali, risplendono le prime due colonne del Tempio della Pace, LA REPUBBLICA (24|04|2015) & Dott.ssa Arch. Paola Giannone, Roma (23|04|2015).

— ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: Tempio della Pace, cemento armato negli scavi: «C’è dagli anni Novanta», CORRIERE DELLA SERA (07|04|2015).

— ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: I Fori Imperiali, rivive il Tempio della Pace. Tornano le antiche colonne, Fonte: Gianni de Dominicis, Roma | FACEBOOK (04|04|2015).

http://wp.me/pPRv6-3aO

One thought on “ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: Fori Imperiali – Foro della Pace: giusto il restauro delle colonne? Il prof. Giuliano Volpe: “Non dubito della sua correttezza tecnica e metodologica”, L’Indro (10|07|2015).

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s