ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA. Rifiuti, Marino si arrende all’evidenza e ammette: «Roma è sporca», CORRIERE DELLA SERA (18|05|2015).

ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA. Rifiuti, Marino si arrende all’evidenza e ammette: «Roma è sporca», CORRIERE DELLA SERA (18|05|2015).

ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA. Rifiuti, Marino si arrende all’evidenza e ammette: «Roma è sporca», CORRIERE DELLA SERA (18|05|2015).

ROMA – Rifiuti, Marino si arrende all’evidenza e ammette: «Roma è sporca», CORRIERE DELLA SERA (18|05|2015).

Il sindaco, dopo aver minimizzato il problema per mesi, riconosce il problema, ma scarica la responsabilità sul «re di Malagrotta», Cerroni: «Colpa del monopolio»

Roma è di nuovo alla prese con l’emergenza rifiuti. Il sindaco Ignazio Marino e il numero 1 di Ama, Daniele Fortini, per mesi hanno esultato per la crescita della raccolta differenziata nell’ultimo anno e hanno annunciato l’ambizioso obiettivo di quota 50 per cento da raggiungere entro la fine dell’anno. Ma nel frattempo la situazione è precipitata in tantissimi quartieri.Roma è di nuovo alla prese con l’emergenza rifiuti. Il sindaco Ignazio Marino e il numero 1 di Ama, Daniele Fortini, per mesi hanno esultato per la crescita della raccolta differenziata nell’ultimo anno e hanno annunciato l’ambizioso obiettivo di quota 50 per cento da raggiungere entro la fine dell’anno. Ma nel frattempo la situazione è precipitata in tantissimi quartieri.

«Colpa del monopolio»
Fino a poco tempo fa l’Ama si difendeva affermando che le segnalazioni dei cittadini riguardavano «casi sporadici», ma ormai il quadro drammatico è sotto gli occhi di tutti ed è impossibile minimizzare. Non c’è task force che tenga (le annunciò con enfasi la scorsa estate Marino), il sindaco si è dovuto arrendere di fronte all’evidenza: «Roma è sporca» ha ammesso lunedì 18 maggio, dopo l’ennesimo Sos lanciato dai Municipi sommersi dai cumuli di rifiuti. Il primo cittadino però ha scaricato la colpa su Manlio Cerroni, titolare della discarica di Malagrotta (ora chiusa) e di numerosi impianti di trattamento nel territorio: «Stiamo combattendo un monopolio» ha detto Marino. «Questa mattina – ha spiegato ancora il sindaco- abbiamo avuto una lunga riunione con le persone che mi aiutano nel Gabinetto e nelle diverse aree strategiche. È chiaro che quello che abbiamo davanti agli occhi fa riferimento a una svolta epocale che stiamo imprimendo a questa città. Una svolta che crea dissenso in alcuni attori che hanno gestito di fatto, in maniera legittima ma da monopolisti, lo smaltimento di rifiuti nella Capitale. E chi si vede sottratto un business milionario può creare difficoltà, ridurre il ritmo con cui alcuni impianti dovrebbero lavorare». Insomma, i problemi sarebbero causati da Cerroni che non concede l’uso degli impianti chiesto dal Campidoglio. Accusa respinta dall’imprenditore. In ogni caso, non si capisce poi che c’entri Cerroni con i giri di raccolta che saltano con sempre maggiore frequenza, come ripetutamente testimoniato dagli abitanti di svariate zone della città.

L’appello ai dipendenti Ama
Marino ha poi lanciato un appello ai dipendenti Ama: «Ci vuole la partecipazione di tutti. Io faccio un appello forte ai lavoratori dell’Ama perché aiutino le altre romane e gli altri romani a determinare questo cambio epocale. Molto dipende dall’amministrazione ma molto dipende anche dalla buona volontà e dalla determinazione degli operatori. Io voglio difendere l’Ama ma dobbiamo fare tutti insieme, ognuno il proprio dovere quotidiano affinché vinca la città e non gli ex monopolisti». I lavoratori della municipalizzata per l’ambiente controllata dal Comune però hanno già proclamato lo sciopero per lunedì 25 maggio, a sostegno della vertenza per il rinnovo contrattuale. E intanto dalla Garbatella al Tuscolano, da Pietralata a Montesacro, dal Tiburtino a Centocelle: sono tantissimi i quartieri con cassonetti stracolmi e rifiuti che invadono i marciapiedi.

FONTE | SOURCE:

— CORRIERE DELLA SERA (18|05|2015).

http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/15_maggio_18/rifiuti-marino-si-arrende-all-evidenza-ammette-roma-sporca-6942f6b0-fd73-11e4-b490-15c8b7164398.shtml

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s