LATINA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: POLEMICHE Latina, una mostra sul duce e il sindaco vorrebbe la Boldrini, CORRIERE DELLA SERA (26|04|2015) & NEWSWEEK, USA (16|04|2015).

LATINA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: POLEMICHE Latina, una mostra sul duce e il sindaco vorrebbe la Boldrini, CORRIERE DELLA SERA (26|04|2015) & NEWSWEEK, USA (16|04|2015).

LATINA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: POLEMICHE Latina, una mostra sul duce e il sindaco vorrebbe la Boldrini, CORRIERE DELLA SERA (26|04|2015) & NEWSWEEK, USA (16|04|2015).

Latina, una mostra sul duce e il sindaco vorrebbe la Boldrini. Prosegue la polemica a distanza contro il presidente della Camera, ma resta il giallo sull’invio dell’invito e l’inaugurazione, CORRIERE DELLA SERA (26|04|2015).

LATINA – Quasi contemporaneamente alle dichiarazioni di fastidio del presidente della Camera Laura Boldrini contro la scritta «Mussolini dux» sull’obelisco del Foro Italico a Roma, dal sito web del Newsweek spuntava un articolo che non lasciava troppo spazio ad interpretazioni: «Mussolini’s Latina remains a living monument of Fascist nostalgia» [NEWSWEEK, USA (16|04|2015) = http://wp.me/pPRv6-2YD ]. Non servirebbe tradurre, visto che le parole chiave sono ben individuabili. Molti, in terra pontina, hanno però sorriso per l’enfasi di un racconto che, di fatto, faceva riferimento all’architettura del ventennio come emblema (oggettivo, i palazzi stanno lì, nda) della nostalgia fascista piuttosto che ad una inclinazione ideale o ideologica della sua popolazione, tantomeno della sua classe politica.

Di Giorgi gioca sulla nostalgia.

Su questo secondo aspetto arriva, puntuale, la smentita. Il sindaco Giovanni Di Giorgi, 48enne del partito di Fratelli D’Italia e cresciuto a pane e destra, approfitta di una mostra da tempo organizzata a Latina da Cesare Bruni – politico e cultore del ventennio – e che ha come protagonista niente meno che Mussolini per rinverdire la polemica ormai spenta contro quella che chiama la «Boldrini iconoclasta». In una intervista rilasciata ad un quotidiano romano, il sindaco dice che inviterà il presidente della Camera a conoscere Latina, e per di più a quella mostra che lo stesso primo cittadino si appresterebbe ad inaugurare lunedì 27 aprile. Una ghiotta occasione di visibilità per il primo cittadino che però si smorza sul nascere.

Ventennio, uno slogan?

La mostra «Benito Mussolini socialista, interventista, combattente e fascista» raccoglie con rigore circa 270 giornali dal 1914 al 1945, 100 riviste e 200 tra foto, cartoline ed altre immagini. Non è stata patrocinata dal Comune ed è stata aperta dall’organizzatore solamente dopo la data fatidica della Liberazione proprio per non creare contrapposizioni o interpretazioni polemiche. Ma nonostante questo, al sindaco che dovrebbe tagliare il nastro, è piaciuto raccontare di quella mostra come una specie di ulteriore provocazione in quel «living monument» che, a questo punto, non è piu una forzatura giornalistica ma qualcosa di più: una specie di slogan da tirare fuori all’occorrenza. Tanto meno partirà mai un invito al presidente Boldrini, circostanza smentita da più parti.

Dopo il fascio, il cemento.

Cosa resta, allora, del Duce e di Littoria? Certamente la sua architettura, ma quel patrimonio ormai decadente si scontra con il tentativo di snaturarlo in maniera selvaggia: il primo cittadino che vuole far conoscere la storia alla Boldrini oggi ha visto bloccati i piani urbanistici che prevedono colate di cemento anche sulle aree verdi, e nel gioco di Fascismo e antifascismo, a volerla dire tutta, la nuova resistenza la fanno i cittadini. Come quelli dell’associazione «Il gigante buono» che hanno portato alla luce tutte le spericolatezze dell’urbanistica ( su cui indaga la magistratura) dopo l’apertura di un cantiere, ed il taglio di due giganteschi eucaliptus, proprio dove c’era un giardino. Forse, su questi temi, ha ragione lo scrittore premio Strega Antonio Pennacchi, che pochi giorni fa ribadiva un concetto a lui caro: « A Latina-Littoria hanno fatto più danni i nuovi fasci che la malaria e i bombardamenti».

FONTE | SOURCE:

— CORRIERE DELLA SERA (26|04|2015).

http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/15_aprile_26/latina-mostra-duce-sindaco-vorrebbe-boldrini-b93895e6-ec3c-11e4-b9d3-aa4aa3ffc489.shtml

s.v.,

— LATINA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: Littoria, L’architettura fascista – “Mussolini’s Latina Remains a Living Monument of Fascist Nostalgia,” NEWSWEEK, USA (16|04|2015).

http://wp.me/pPRv6-2YD

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s