ITALIA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: Il sottosegretario del MiBACT Francesca Barracciu, FIRMATO IL DECRETO PER LE GUIDE TURISTICHE EUROPEE | di Marketing Territorio (29|01|2015).

ITALIA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: Il sottosegretario del MiBACT Francesca Barracciu, FIRMATO IL DECRETO PER LE GUIDE TURISTICHE EUROPEE | di Marketing Territorio (29|01|2015).

1). ITALIA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: Il sottosegretario del MiBACT Francesca Barracciu, FIRMATO IL DECRETO PER LE GUIDE TURISTICHE EUROPEE | di Marketing Territorio (29|01|2015).

Saranno le Regioni ad abilitare le guide turistiche specializzate, a prescindere dal Paese di provenienza, che dovranno dimostrare una conoscenza approfondita dei territori. Il sottosegretario del MiBACT Barracciu: “L’obiettivo è garantire per chi viene a visitare il nostro Paese e per i nostri stessi concittadini un servizio di guide turistiche di esperienza e qualità”

Il ministro dei beni culturali e turismo, Dario Franceschini, ha firmato oggi il decreto che individua i requisiti necessari a ottenere l’abilitazione specifica per lo svolgimento della professione di guida turistica in siti di particolare interesse storico, artistico e archeologico su territorio italiano e che ne disciplina il procedimento di rilascio. Saranno quindi le Regioni ad abilitare, per titoli o esami, le guide specializzate che dovranno dimostrare una conoscenza approfondita delle eccellenze culturali presenti sul nostro territorio.

“Si tratta di un provvedimento atteso dai professionisti del settore e che stiamo seguendo con particolare attenzione, visto il ruolo sempre più strategico che il turismo nelle intenzioni del Governo deve svolgere, quale primaria risorsa economica ed occupazionale per il nostro Paese” ha spiegato il sottosegretario Francesca Barracciu, che ha la delega sulla materia e sta coordinando il tavolo con le associazioni di categoria e i soggetti istituzionali coinvolti “Il 18 febbraio porteremo in Conferenza Unificata il secondo decreto che individua anche questi siti di particolare interesse”.

L’abilitazione delle guide turistiche a livello europeo è un tema che nei mesi scorsi ha scatenato diverse polemiche nel nostro Paese, con manifestazioni delle categorie professionali e incontri ripetuti con i rappresentanti istituzionali. “Attualmente stiamo effettuando una cernita sulla base delle indicazioni delle nostre strutture regionali e di quelle degli enti locali, i cui risultati saranno oggetto di un confronto con le associazioni di categoria” ha dunque chiarito Barracciu, che ha spiegato come l’obiettivo finale sia “garantire per chi viene a visitare il nostro Paese e per i nostri stessi concittadini un servizio di guide turistiche di esperienza e qualità. Non basta infatti avere il più importante patrimonio culturale al mondo se non siamo in grado di farlo conoscere e fruire nel migliore dei modi”.

FONTE | SOURCE:

— Marketing Territorio (29|01|2015).

http://marketingdelterritorio.info/index.php/it/notizie/1957-firmato-il-decreto-per-le-guide-turistiche-europee

2). ITALIA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: s.v., Con l’entrata in vigore della L. 6 agosto 2013, n. 97 (Legge europea 2013), in: L’EUROPA CAMBIA LA PROFESSIONE DELLE GUIDE TURISTICHE IN ITALIA di Marketing Territorio (03|09|2015).

Mercoledì 4 settembre entra in vigore la nuova normativa riguardante l’attività delle guide turistiche in Italia; la novità ha suscitato diverse polemiche tra i professionisti e le associazioni di settore, che temono uno svilimento delle proprie competenze e abilitazioni a favore di soggetti non qualificati per svolgere in maniera adeguata il delicato compito di guidare i turisti alla scoperta di monumenti e poli culturali.

Ma quali sono le novità introdotte dalle nuove disposizioni giuridiche italiane in materia di guide turistiche? Un’analisi sul portale diritto.it spiega il senso e le conseguenze delle novità.

In pratica, la legge 97 del 6 agosto 2013, che entra in vigore a partire dal 4 settembre, recepisce alcune precise direttive dell’Unione Europea riguardanti la mobilità dei lavoratori europei, in contrasto con le precedenti norme che regolavano l’attività delle guide turistiche abilitate in Italia. Secondo l’Europa, e secondo la nuova legge italiana, non si può impedire a una guida abilitata alla professione in uno Stato membro dell’UE di svolgere il proprio mestiere in qualunque altro Stato membro. Ovvero, una guida turistica francese o tedesca o olandese deve poter svolgere la sua professione anche in Italia.

Ma nel nostro Paese, la normativa precedentemente in vigore prevedeva che le guide fossero abilitate a svolgere la propria professione esclusivamente nel territorio (provincia o regione) dove avevano ottenuto l’abilitazione. In ragione di ciò, la nuova legge in materia consente non solo alle guide europee di esercitare il proprio lavoro in qualunque stato membro, ma anche alle guide italiane di lavorare su tutto il territorio nazionale.

Ma le novità non sono state ben accolte dai diretti interessati, almeno in Italia. Federagit, l’associazione di categoria che fa parte di Confesercenti, ha criticato la nuova legge, spiegando come una guida sia “specializzata nell’illustrazione di un patrimonio culturale limitato e non va confusa con l’accompagnatore che assiste il gruppo nel corso di un viaggio. È impossibile saper effettuare visite guidate su tutto il territorio italiano”, figuriamoci in tutta Europa.

[Nota:] Con l’entrata in vigore della L. 6 agosto 2013, n. 97 (Legge europea 2013), fissata al 4 settembre, le guide turistiche se abilitate ad esercitare la professione in altri Stati membri, potranno operare in regime di libera prestazione di servizi sul territorio nazionale senza necessità di ulteriori autorizzazioni o abilitazioni. La previsione è contemplata dall’articolo 3 con l’attenuante di una deroga: viene attribuito al Ministero per i beni e le attività culturali il compito di individuare i siti nei quali, in ragione del loro peculiare interesse storico, artistico od archeologico, lo svolgimento dell’attività di guida turistica è riservata a coloro che abbiano acquisito una
specifica abilitazione, in tal modo valorizzando le spiccate professionalità acquisite.
Alla base della norma è il caso di infrazione EU Pilot 4277/12/MARK, in materia di guide turistiche, per violazione degli obblighi imposti dalla direttiva servizi 2006/123/CE. Con nota 6 settembre 2012, infatti, la Commissione europea ha rilevato l’esistenza di norme in materia di guide turistiche in contrasto con l’articolo 10, paragrafo 4, della direttiva citata laddove la legislazione nazionale prevede che l’abilitazione all’esercizio della professione di guida turistica abbia validità solo nella regione o provincia di rilascio, precludendo, pertanto, alle guide la possibilità di esercitare la professione a livello nazionale.

FONTE | SOURCE:

— L’EUROPA CAMBIA LA PROFESSIONE DELLE GUIDE TURISTICHE IN ITALIA di Marketing Territorio (03|09|2015).

http://marketingdelterritorio.info/index.php/it/notizie/658-l-europa-cambia-la-professione-delle-guide-turistiche-in-italia

FONTE | FOTO | SOURCE:

— “Rome for DUMMIES,” FLICKR (15|01|2015).

Rome for DUMMIES

s.v.,

— ITALIA ARCHEOLOGIA & RESTAURO ARCHITETTURA: Italy to bring private sector into its museums in effort to make a profit, THE GUARDIAN, U.K., (21|12|2014).

ITALIA ARCHEOLOGIA & RESTAURO ARCHITETTURA: Italy to bring private sector into its museums in effort to make a profit, THE GUARDIAN, U.K., (21|12|2014).

— ITALIA ARCHEOLOGIA e BENI CULTURALI: “L’ allarme dei professionisti,” Le guide turistiche Scippatori, degrado, concorrenza straniera – La rivolta dei ciceroni: “Visitatori in fuga,” LA REP. (07|03|2014), p.6.

ITALIA ARCHEOLOGIA e BENI CULTURALI: "L' allarme dei professionisti," Le guide turistiche Scippatori, degrado, concorrenza straniera - La rivolta dei ciceroni: "Visitatori in fuga," LA REP. (07|03|2014), p.6.

— ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: [Illegal Tour Guides] – “In Hot Water at the Trevi Fountain / Nei guai presso la Fontana di Trevi (icr).” The Herald Tribune (28/01/2005), p. 3.

The Neglect of Rome's Cultural Heritage by the Ministry of Culture (2008-11), the City of Rome (2005 -11): [Illegal Tour Guides] - "In Hot Water at the Trevi Fountain / Nei guai presso la Fontana di Trevi (icr)." The Herald Tribune (28/01/2005), p. 3.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s