ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA. MARINO e NIERI SANPIETRINI: Marino? “Un deficiente che si merita sanpietrini in fronte” di Gasparri; IL PIANO DI NIERI – “VIA I SAMPIETRINI DAL CENTRO, di LEGGO & LA REPUBBLICA (19|01|2015).

ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA. MARINO e NIERI SANPIETRINI: Marino? "Un deficiente che si merita sanpietrini in fronte" di Gasparri; IL PIANO DI NIERI - "VIA I SAMPIETRINI DAL CENTRO, di LEGGO & LA REPUBBLICA (19|01|2015).

 

ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA. MARINO e NIERI SANPIETRINI: Marino? “Un deficiente che si merita sanpietrini in fronte” di Gasparri; IL PIANO DI NIERI – “VIA I SAMPIETRINI DAL CENTRO, di LEGGO & LA REPUBBLICA (19|01|2015).

1). ROMA – Marino? “Un deficiente che si merita sanpietrini in fronte”, Lettera 43 (19|01|2015).

“…Gasparri sembra avercela a morte con il sindaco di Roma, Ignazio Marino. L’ostilità politica è comprensibile, vista l’appartenenza a partiti e culture diverse. Ma al di là della tessera, Gasparri sembra considerare il primo cittadino della Capitale un incapace. L’IPOTESI DI VENDERLI. Tanto da meritarsi offese piuttosto forti. «Non vado pazzo per i sanpietrini, ma l’idea di venderli è così da deficiente che meriteresti che te li tirassero in fronte», gli ha scritto a dicembre 2014, quando sui giornali capeggiava l’ipotesi di vendere i cubetti di pietra che lastricano le strade del centro capitolino. Il giudizio negativo è stato poi confermato qualche giorno dopo in occasione della mancata fiera dell’Epifania di piazza Navona, saltata perché non si è raggiunto l’accordo con i commercianti.”

Fonte | source:

— Home » politica » Gasparri e Twitter, una lunga storia tra insulti e gaffe, Lettera 43 (19|01|2015).

http://www.lettera43.it/politica/gasparri-e-twitter-una-lunga-storia-tra-insulti-e-gaffe_43675154841.htm

2). ROMA – IL PIANO DI NIERI: “VIA I SAMPIETRINI DAL CENTRO, LI SPOSTEREMO IN PERIFERIA”. ECCO PERCHÉ, LEGGO (19|01|2015).

Cultura, pulizia delle strade, archeologia. Il vicesindaco Luigi Nieri illustra le linee guida del suo piano per le periferie e annuncia che la prima piazza pedonale con i sampietrini, fuori dal centro, «sarà realizzata in tempi rapidi, comunque entro il 2015». Il progetto di eliminare, per motivi di sicurezza, la tradizionale pavimentazione romana da alcune strade ad alta percorrenza ha già suscitato alcune polemiche.

Tanto che la scorsa settimana è stato lo stesso Marino a precisare: «Questa giunta ha deciso che i sampietrini delle strade di Roma non solo non si venderanno, ma quelli che non occorrono, come in via Nazionale, verranno utilizzati in zone periferiche come Laurentino 38 e Tor Bella Monaca per creare aree pedonali bellissime». Nelle vie a grande traffico, invece, «verrà messo un asfalto moderno mischiato con il pulviscolo dei copertoni per una aderenza più sicura e meno inquinamento».

Ora l’intenzione di Nieri, che con il rimpasto di giunta ha preso la delega alle periferie, è iniziare a breve il processo di ascolto dei municipi per realizzare, con i sampietrini tolti da centro, quattordici piazze pedonali in quattordici municipi di Roma, ovvero tutti tranne quello del centro storico. «Vogliamo realizzare piazze che siano luoghi veri – spiega il vicesindaco – e gli unici luoghi che funzionano sono quelli scelti con i cittadini. Pensiamo a vere e proprie isole pedonali con quante più funzioni possibili, soprattutto nei quartieri più disagiati, da individuare con il coinvolgimento di chi ci abita. In queste nuove piazze vogliamo trasferire i sampietrini tolti dalle strade ad alta percorrenza del centro».

Nieri, poi, traccia le direttrici del suo programma più in generale: «Io vorrei che nel più breve tempo possibile non si parlasse più di periferie, ma di Roma. Dobbiamo lavorare sui servizi affinché chi abita nelle periferie – ed io ci abito – non si senta più un cittadino di serie B. Serve coordinare gli interventi in periferia, metterli insieme: dalla pulizia delle strade ai trasporti, fino a alle iniziative culturali decentrate. Dobbiamo valorizzare i siti archeologici fantastici che ci sono, ad Ostia Antica come sull’Appia, e le esperienze giovanili». Dove reperire i fondi per realizzare questo piano? «I soldi li dobbiamo intercettare – risponde Nieri -, il sindaco ha detto che concentreremo i fondi sulle grandi necessità della città e le periferie sono tra queste».

Fonte | source:

— ROMA – IL PIANO DI NIERI: “VIA I SAMPIETRINI DAL CENTRO, LI SPOSTEREMO IN PERIFERIA”. ECCO PERCHÉ, LEGGO (19|01|2015).

http://www.leggo.it/NEWS/ROMA/sampietrini_periferia_roma/notizie/1128754.shtml

3). ROMA – Periferie, il piano del Campidoglio: “Strade pulite, archeologia, piazze di sampietrini e un boulevard urbano a Tor Sapienza”, LA REPUBBLICA (19|01|2015).

Il vicesindaco Nieri: “Questa settimana presentiamo il progetto per viale Giorgio De Chirico ed entro il 2015 il primo grande slargo pedonale in un municipio.”

“Io vorrei che nel più breve tempo possibile non si parli più di periferie, dobbiamo parlare di Roma”. Il vicesindaco di Roma con delega alle periferie Luigi Nieri spiega le linee guida del suo piano per la città, elencando i primi interventi in agenda per tentare di avvicinare a piccoli passi le borgate romane al centro. “Dobbiamo lavorare sui servizi affinché chi abita nelle periferie – ed io ci abito – non si senta più un cittadino di serie B. Dobbiamo coordinare gli interventi in periferia, metterli insieme: dalla pulizia delle strade ai trasporti, fino a alle iniziative culturali decentrate”, continua Nieri. “Dobbiamo valorizzare i siti archeologici fantastici che ci sono, ad Ostia Antica come sull’Appia, e le esperienze giovanili”. “Purtroppo Roma è cresciuta in maniera disordinata ma la nostra periferia è la parte contemporanea della città e, come tale, deve essere valorizzata – aggiunge Nieri -. Qui quello che è mancato negli ultimi anni è stata la cura della città ed ora bisogna individuare le aree di disagio sociale ed intervenirci, concentrando gli sforzi di tutti, dall’ambiente alla mobilità alla cultura, per poi iniziare a valorizzare il bello, investire su chi vuole investire in periferia. Che non vuol dire fare altre case, che è l’unica cosa che non serve, ma investire sull’innovazione, sui progetti di integrazione”.

Scarse le risorse ma per Nieri si tratta di decidere come e dove investirle: “I soldi li dobbiamo intercettare, il sindaco ha detto che concentreremo i fondi sulle grandi necessità della città e le periferie sono tra queste”.

Tra le urgenze senza dubbio Tor Sapienza. “La prossima settimana con il sindaco Marino torneremo lì. Da quando sono successi i fatti (la rivolta anti-immigrati, ndr) abbiamo fatto sempre riunioni e tutti gli assessorati sono coinvolti. E’ questo che serve quando ci sono situazioni complicate. Ci stiamo muovendo su più fronti, ad esempio questa settimana presentiamo un intervento su via Giorgio De Chirico”. E’ Giovanni Caudo, assessore all’Urbanistica, a spiegare di che cosa si tratta: “Martedì abbiamo un incontro con il comitato di Tor Sapienza. Presenteremo un progetto pilota per affrontare il terzo filone della rigenerazione urbana di Roma (il primo riguarda le caserme, il secondo le aree private): quello sulla città pubblica, sui grandi quartieri di edilizia pubblica. A Tor Sapienza c’è uno stradone largo 60 metri e lungo circa 1,5 km, viale Giorgio De Chirico, che faceva parte di un progetto di tangenziale che non è mai stato realizzato. E’ rimasto solo questo pezzo di autostrada in città che noi vogliamo trasformare in un un boulevard urbano. Se si portasse a 35 metri di larghezza la strada si recupererebbero 3 ettari da utilizzare per dare un nuovo carattere a tutta la zona: una via con marciapiedi, dove passeggiare, con servizi”. “Si tratta di un progetto pilota per fare capire come si lavorerà anche su altre zone di Roma – continua Caudo -. Gli abitanti sono sempre un po’ scettici, per questo vogliamo spiegare loro come intendiamo operare in un nuovo rapporto pubblico-provato e attraendo fondi europei, mentre il Comune metterà a disposizione il suolo. Non siamo, comunqe, ancora nella fase operativa”.

Gli interventi urbanistici riguarderanno però anche gli altri municipi. Annunciata da tempo, sembra ora a una svolta l’idea di realizzare 14 piazze pedonale in altrettanti municipi (tutti escluso il I, quello del centro storico) di Roma. A terra, invece dell’asflato, verrranno posati i sampietrini tolti dalle vie ad alta percorrenza del centro di Roma. La prima, assicura Nieri, “sarà realizzata in tempi rapidi, comunque entro il 2015”. “Iniziamo il processo di ascolto dei municipi per la realizzazione delle piazze. L’idea è realizzare piazze che siano luoghi veri – spiega Nieri – e gli unici luoghi che funzionano sono quelli scelti con i cittadini. Pensiamo a vere e proprie isole pedonali con quante più funzioni possibili, soprattutto nei quartieri più disagiati, da individuare con il coinvolgimento di chi ci abita. Per questo la prima parte del lavoro sarà ascoltare i cittadini insieme ai municipi e inizieremo subito, tempo una decina di giorni per organizzare il tutto”.

Fonte | source:

— ROMA – Periferie, il piano del Campidoglio: “Strade pulite, archeologia, piazze di sampietrini e un boulevard urbano a Tor Sapienza”, LA REPUBBLICA (19|01|2015).

http://roma.repubblica.it/cronaca/2015/01/18/news/campidoglio_periferie-105203151/

s.v,

— ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: Sampietrini-lampade e salvadanai, la denuncia di Italia Nostra: “In vendita dal 2013″ – “Esposti in uno store di viale Eritrea hanno il logo di Roma Capitale”, LA REPUBBLICA (14|01|2014).

http://wp.me/pPRv6-2Es

–ROMA – Associazione Selciaroli Romani | FACEBOOK (01|2015), in: ROMA – Sampietrini, Santori: “Qualcuno sta mentendo o truffando. Subito chiarezza sulle dichiarazioni di Pucci”, ROMA NORD (03|01|2015).

“Questi sono gli interrogativi che, insieme all’Associazione Selciaroli Romani, porremo al neo assessore alla legalità e alla trasparenza Sabella e alla Procura della Repubblica di Roma per comprendere come la società in questione, dopo nemmeno un anno dalla sua nascita, ha ricevuto la certificazione del Comune di Roma che gli ha permesso di poter apporre un certificato e il logo di Roma Capitale, rilasciato esclusivamente dal Sindaco in persona, sui materiali di comunicazione e sul prodotto grazie ad un contratto di licenza di utilizzo del marchio.”

1). Associazione Selciaroli Romani | FACEBOOK (01|2015) = https://www.facebook.com/selciaroliromani/timeline

2). ROMA NORD (03|01|2015) = http://www.romanordnews.it/20311/sampietrini-santori-%E2%80%9Cqualcuno-sta-mentendo-o-truffando-subito-chiarezza-sulle-dichiarazioni-di-pucci%E2%80%9D/

– ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: “SAMPIETRINI A ROMA” & “VIA DEI FORI IMPERIALI” (2015). Fonte: Dott.ssa Ilaria Giacobbi; Margherita Zanzarella Dottori; Alvaro de Alvariis; Antonio Cederna [1989]; & Pier Paolo Pasolini [1974] (04|01|2015).

http://wp.me/pPRv6-2Cp

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s