ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: “SAMPIETRINI A ROMA” & “VIA DEI FORI IMPERIALI” (2015). Fonte: Dott.ssa Ilaria Giacobbi; Margherita Zanzarella Dottori; Alvaro de Alvariis; Antonio Cederna [1989]; & Pier Paolo Pasolini [1974] (04|01|2015).

ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: "SAMPIETRINI A ROMA" & "VIA DEI FORI IMPERIALI" (2015). Fonte: Dott.ssa Ilaria Giacobbi; Margherita Zanzarella Dottori; Alvaro de Alvariis; Antonio Cederna [1989]; & Pier Paolo Pasolini [1974] (04|01|2015).

ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: “SAMPIETRINI A ROMA” & “VIA DEI FORI IMPERIALI” (2015). Fonte: Dott.ssa Ilaria Giacobbi; Margherita Zanzarella Dottori; Alvaro de Alvariis; Antonio Cederna [1989]; & Pier Paolo Pasolini [1974] (04|01|2015).

__________

“Questa strada per cui camminiamo con questo selciato sconnesso e antico, non e` niente, non e` quasi niente, e` un’umile cosa. Non si puo` nemmeno confrontare con certe opere d` arte, d’ aurore, stupende, della tradizione italiana, eppure io penso che questa stradina da niente, cosi` umile, sia da difendere con lo stesso accanimento con la stessa buona volonta`, con lo stesso rigore con cui si defende un` opera d’ arte di un grande auture.”

– Pier Paolo Pasolini, “La Forma della Citta” (1974), in: Enrica Petrucci [Scuola di Architettura dell’Università “La Sapienza” di Roma], ‘Renovatio pavimentorum. Methodologie d’ intervento per le antiche pavimentazioni stradali,’ Editore: FrancoAngeli (2013-14), p. 7. (1).

“The aim of the [Imperial Fora] project is the following: learn the most possible from the errors committed in the 1930’s such as when a large 15th century neighborhood [of the Alessandrina Quarter, then] filled with churches and palaces was razed to the ground. This neighborhood was substituted with the lake of asphalt that we still see today and that, besides the traffic and the corrosion of ancient marble caused by pollution, has enabled the degradation of ancient monuments, reducing them to simple foundations deprived of any prestige.”

– Prof. Antono Cederna [Italian archaeologist & President of “Italia Nostra”, Rome], interview in: Andreas Steiner, “Per Una Capitale Della Cultura,” ARCHEO. No. 48, (02|1989), pp. 33-35. (2).

‘…Mr. [Roberto] Giacobbi, 46, of Rome] has worked for 28 years as a selciarolo (…), He disputes the notion that asphalt is cheaper. He said that on average a Roman road needs to be repaved every two years, but that at three piazzas near the Vatican that he fitted with cobblestones 20 years ago, “nothing has moved.” (…) But the reward, he said, is obvious: he walked around Piazza di Spagna showing off the work of selciaroli from a century ago: arches that run like rainbows stacked one on the other; the “peacock tail” composed of arches like feathers; the “fish spine,” a herringbone made of stone. “The beauty is a stupendous thing,” he said. “I wouldn’t change it for another material in the world.”

– Mr. Roberto Giacobbi, in: “Rome – For Its Motorists, Only Parts of Rome Prove to Be Eternal,” THE NEW YORK TIMES (01 Sept. 2005). (3).

“…Ma adesso che non ci sono più gli esperti cavatori, gli erculei “serciaroli” e le cave dei Castelli sono oramai ridotte a mute latomìe, in effetti, perchè, venendo incontro alle voglie di questi golosi del “made in Italy”, non ci decidiamo a vendergli un signor Marino……cioè, volevo dire,….un signor sampietrino?”

– Prof. Arch. Giorgio Muratore, “SAMPIETRINO ROMANO …”, Archiwatch – Il Blog di Giorgio Muratore (29|08|2013). (4).

———-

 

A). “SAMPIETRINI A ROMA” – Marino: “SAMPIETRINI, SANTORI: “QUALCUNO STA MENTENDO O TRUFFANDO. SUBITO CHIAREZZA SU DICHIARAZIONI DI PUCCI,” ROMA NOTIZIE (03|03|2015).

I Sampietrini vengono già venduti con il logo di Roma Capitale. L’autorizzazione è stata rilasciata dal gabinetto del Sindaco dove lavorava fino a qualche giorno fa lo stesso Maurizio Pucci ora neo assessore?

“Fa bene Italia Nostra Roma a chiedere l’intervento urgente della Soprintendenza statale perché agisca per assicurare la tutela di un elemento storico di pavimentazione e arredo della Capitale, noi ci rivolgeremo alla Procura di Roma perché ci sono troppo ombre su questa storia dei sampietrini. Per tutelare il loro valore inestimabile non ci fermeremo di fronte alle improvvide dichiarazioni del neo assessore ai lavori pubblici Pucci e alla goffa smentita del sindaco Marino che si avventurato in un misero conto della serva. Qualcuno sta mentendo o truffando per questo vogliamo vederci chiaro sulla proposta di vendere gli storici serci romani per farne oggetto di design e suppellettili di arredo quando, guarda caso, già esiste una società nata nel 2013, con annesso sito internet e profilo facebook, che commercializza alcuni prodotti definiti originali addirittura con il certificato e il logo di Roma Capitale. L’autorizzazione è stata forse rilasciata dal gabinetto del Sindaco dove lavorava fino a qualche giorno fa lo stesso Maurizio Pucci ora neo assessore?” lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio.

“Questi sono gli interrogativi che, insieme all’Associazione Selciaroli Romani, porremo al neo assessore alla legalità e alla trasparenza Sabella e alla Procura della Repubblica di Roma per comprendere come la società in questione, dopo nemmeno un anno dalla sua nascita, ha ricevuto la certificazione del Comune di Roma che gli ha permesso di poter apporre un certificato e il logo di Roma Capitale, rilasciato esclusivamente dal Sindaco in persona, sui materiali di comunicazione e sul prodotto grazie ad un contratto di licenza di utilizzo del marchio. La società dichiara di utilizzare come materia prima per la realizzazione dei suoi prodotti, gli originali Sampietrini di Roma, che vengono dismessi e abbandonati nelle cave o depositi privati. Come possono essere originali questi prodotti? Il sampietrino è un bene di proprietà del Comune di Roma, utilizzato come materiale di reimpiego in altre strade, le ditte che realizzano la posa in opera non possono assolutamente trattenere i selci asportati dai cantieri poiché si renderebbero perseguibili per legge. Per quanto riguarda le cave dismesse attualmente sono tutte chiuse anche quelle di epoca recente come quella del Laghetto. E allora ci chiediamo di che periodo sono i sampietrini utilizzati? Come sono stati estratti se la professione storica dei selciatori è estinta? Che certificazione rilasciano e sulla base di cosa Roma Capitale ha dato loro la certificazione di qualità? Le periferie hanno bisogno di ben altro non di sampietrini riciclati e il centro storico ha bisogno di essere valorizzato con il suo immenso patrimonio. Come al solito il sindaco Marino non è in sintonia con i romani e la sua pezza a colori è più brutta del buco fatto dall’assessore Pucci” conclude Santori.

– FONTE: ROMA NOTIZIE (03|03|2015).

http://www.notizieinunclick.it/sampietrini-santori-qualcuno-sta-mentendo-o-truffando-subito-chiarezza-su-dichiarazioni-di-pucci/

 

B). “SAMPIETRINI A ROMA” – Marino: “Non sono in vendita. Gli obiettivi? Trasporti, rifiuti e periferie”, IL CORRIERE DI ROMA (01|01|2015).

Nessuna vendita dei sampietrini di Roma, ma solo un ricollocamento in zone pedonali, anche nelle periferie della Capitale. Il giorno dopo le parole del neoassessore ai Lavori Pubblici del comune di Roma, Maurizio Pucci, sulla possibilità di vendere a ditte private i sampietrini che saranno rimossi dalle strade ad alta percorrenza della Capitale, è lo stesso sindaco Ignazio Marino a correggere il tiro. Le storiche pietre che caratterizzano la pavimentazione delle strade della Capitale «non saranno in vendita». «Le zone pedonali non devono esserci solo a via dei Fori Imperiali, ma devono esservi delle aree pedonali anche nelle nostre periferie – ha detto ieri il primo cittadino -. E perchè non arredarle con quei bellissimi sampietrini che togliamo da via Nazionale dove rappresentano un pericolo per il traffico?». I «selci», come li chiamano a Roma, saranno destinati dunque a restare solo nelle zone più caratteristiche della Capitale, quelle dove non possano trasformarsi in un pericolo per automobilisti e scooteristi che ogni giorno attraversano le strade della città. «Luoghi come piazza Navona, piazza di Spagna, via del Babuino, il Pantheon e altre zone della città devono assolutamente avere quella caratteristica data dal sampietrino», ha ribadito Marino, spiegando però che laddove sarà mantenuta la storica pavimentazione servirà «molta cura e manutenzione». «In luoghi ad alta percorrenza – ha spiegato – vogliamo mettere del catrame moderno, innovativo, miscelato con il pulviscolo di pneumatici usati, per avere maggiore aderenza, maggiore sicurezza per moto e motorini e una diminuzione significativa dell’inquinamento acustico». Durante un’intervista televisiva, il sindaco non parla mai di «baratto» dei sampietrini con ditte private in cambio di opere stradali – come aveva proposto l’assessore Pucci – ma solo di ricollocamento. Anche se questa possibilità, che non implica una vendita, potrebbe tecnicamente ancora essere praticabile. Il piano di ricollocazione dei sampietrini sarà messo a punto entro la Befana, ha promesso nei giorni scorsi l’assessore. Comunque il sindaco alla domanda sulla possibile vendita replica con un secco «assolutamente no». Sta di fatto, però, che lo storico sampietrino, con tanto di targa e certificato di garanzia, è già presente in numerosi scaffali di alcuni negozi della Capitale e non solo. Con qualche decina d’euro è possibile portarsi a casa un originale cubo in selce venduto come oggetto di design in versioni differenti, dalla lampada al salvadanaio. Il tutto con l’autorizzazione di Roma Capitale. ’Regalarè alla Capitale nuove linee tram, migliorando così uno dei problemi più sentiti dai romani, il trasporto pubblico locale, realizzare il nuovo ecodistretto per voltare pagina dopo l’era Malagrotta sul fronte dei rifiuti ma soprattutto decoro e manutenzione straordinaria nelle periferie. Questi i tre obiettivi principali del 2015 annunciati dal sindaco di Roma Ignazio Marino. «Migliorare la rete dei trasporti, soprattutto con le nuove vie del ferro – spiega il primo cittadino – Completare il lavoro sul ciclo dei rifiuti, chiudere per sempre il capitolo di Malagrotta con un nuovo ecodistretto di cui vogliamo avviare la realizzazione nei primi mesi del 2015, trasformando così i rifiuti da problema in nuova economia e quindi diminuendo le tasse ai romani per la raccolta dei rifiuti. Il terzo obiettivo si riassume nelle parole periferie, decoro e comunità. Cioè ricostruire la comunità di Roma a partire dal decoro, dai servizi, dalla manutenzione straordinaria soprattutto nelle nuove centralità, che di solito vengono chiamate periferie».

– FONTE: IL CORRIERE DI ROMA (01|01|2015).

http://www.corrierediroma-news.it/2015/01/01/177708/

 

C). “SAMPIETRINI A ROMA”- Marino: I sampietrini di Piazza Venezia in vendita, Marino propone l’asfalto Via i sampietrini da Piazza Venezia, messi in vendita per coprire le spese dell’asfaltatura. ROMA NEWS (29|12|2014).

Il sindaco di Roma Marino propone di togliere i sampietrini, o sanpietrini, da Piazza Venezia. Secondo quanto riportato dai quotidiani, i sanpietrini romani saranno sostituiti dall’asfalto e messi in vendita per coprire le spese dell’operazione. Malgrado l’elasticità e la capacità di coesione e adattamento al fondo stradale dei sampietrini, che dal 1725 hanno rappresentato la migliore soluzione per la pavimentazione delle strade di Roma, dopo due anni dall’ultima risistemazione di piazza Venezia, il sindaco Ignazio Marino ritiene che si possa ottenere di meglio con l’asfalto: realizzato con copertoni riciclati, non sdrucciolevole, fonoassorbente. Il costo della rimozione dei blocchetti di pietra lavica e quello dell’asfaltatura sarebbero coperti con la messa in vendita degli stessi sampietrini.

Via i tipici sampietrini da piazza Venezia che, secondo il progetto di Marino, possono essere salvaguardati per il loro valore estetico e storico nelle aree pedonali e nelle vie in cui il traffico è contenuto e la velocità di transito limitata. Sarebbero quindi “salve” dalla rimozione dei sampietrini, piazza Navona, piazza del Pantheon e via dei Fori Imperiali, ma non la grande e trafficata piazza Venezia, o le ampie strade del centro della Capitale, come via Nazionale, per la quale già in ottobre Marino ha proposto una analoga operazione, che si accoda all’idea di asfaltare almeno la parte centrale della via, fatta già dal suo predecessore Alemanno.

Finita l’era del selciarolo, che i blocchetti di leucitite chiamati sanpietrini li metteva in opera nelle strade e nelle piazze di Roma, inizia quella del buon piazzista che riuscirà a rivendere al miglior offerente i sampietrini romani. Se l’idea di asfaltare piazza Venezia fosse realizzata, saranno da mettere in vendita, come souvenir o pittoresco tipo di pavimentazione da rivalorizzare, magari all’estero, i blocchetti attualmente posizionati su 170mila metri quadrati, questa è la superficie di piazza Venezia. Se ne salveranno alcuni, che verranno posti in bordure lungo i marciapiedi, dove non disturberanno il transito delle automobili.

Una cosa è certa: l’asfaltatura di Piazza Venezia e i sampietrini in vendita provocheranno ancora “scivoloni” e “rumore”, con le polemiche che solleveranno. In ogni caso, la decisione di rimuovere i sampietrini da piazza Venezia, lo spiega lo stesso sindaco, dovrà essere discussa con la soprintendenza del ministero per i Beni e le Attività culturali, che già si espresse negativamente per via Nazionale. Sarebbe interessante chiedere anche il parere dei cittadini romani su questa iniziativa. Sampietrini o asfalto a piazza Venezia?

– FONTE: ROMA NEWS (29|12|2014).

http://it.blastingnews.com/roma/2014/12/i-sampietrini-di-piazza-venezia-in-vendita-marino-propone-l-asfalto-00217055.html

 

D). “SAMPIETRINI A ROMA”- Marino: Roma, Campidoglio vende sampietrini Piazza Venezia: la strada sarà asfaltata, IL MESSAGGERO (28|12|2014); & Roma, Piazza Venezia nel rebus dei sampietrini – Tra tutela storica e sicurrezza stradale: forse su parte dei percossi lastre di basalto, CORRIERE DELLA SERA (02|09|2005), [PDF] p. 1.

– FONTE: IL MESSAGGERO (28|12|2014) & CORRIERE DELLA SERA (02|09|2005), [PDF] p. 1.

http://wp.me/pPRv6-2BU

 

E). “SAMPIETRINI A ROMA”- Marino: via i sanpietrini dalle grandi vie, pedonalizziamo il Tridente e i Fori Imperiali – Il sindaco di Roma, Ignazio Marino, sembra deciso a procedere con il restyling della città eterna: ora tocca ai sanpietrini, MERIDIANA (15|11|2013).

Roma, 15 novembre 2013 – Dopo la pedonalizzazione dei Fori Imperiali si passa alla ristrutturazione di alcune delle strade più importanti di Roma.

Il sindaco Marino annuncia a Repubblica Tv: “I sampietrini, tanto belli in alcune zone del centro storico come piazza del Pantheon, credo possanoMarino su razzismo essere però sostituiti dall’asfalto in altre strade ad alto scorrimento, come ad esempio via Nazionale. Quando i sampietrini si spostano sono molto pericolosi, soprattutto per chi va su due ruote. Dal gennaio 2014 inizieremo una serie di opere di manutenzione ordinaria sulle buche, marciapiedi e strade. I contratti e gli appalti verranno fatti in modo tale che ci sia una certa garanzia sulla durata: se uno ripara il manto di una parte di strada deve dare la garanzia che per i prossimi 5 anni quel manto stradale rimanga nelle migliori condizioni, altrimenti lo ripagherà a spese sue”.

Questa idea fa parte di un ampio progetto che vede la zona del Tridente – ovvero le tre strade storiche che partono da piazza del Popolo, cioè via del Corso, via del Babuino e via Ripetta – destinata a diventare pedonalizzata entro il 2018. Marino ha aggiunto: “entro questa consiliatura sarà realizzata la pedonalizzazione dei Fori Imperiali, realizzeremo il parco archeologico dell’Appia Antica, chiudendo via dei Cerchi e congiungendo così l’area dei Fori con il Circo Massimo: avremo così una straordinaria passeggiata nella storia che va da piazza Venezia, attraversa l’area del Colosseo e continua verso il Circo Massimo.”

FONTE: MERIDIANA (15|11|2013).

http://www.meridiananotizie.it/2013/11/speciali-meridiana/roma-capitale/marino-via-i-sanpietrini-dalle-grandi-vie-pedonalizziamo-il-tridente-e-i-fori-imperiali/

FOTO | FONTE | SOURCE:

— Francesco Stella, “Foro di Cesare”, Roma | FLICKR (02|04|2008).

Foro di Cesare

______________

 

I). Dott.ssa Ilaria Giacobbi Presidente, Associazione Selciaroli Romani [01|2015].

Dott.ssa Ilaria Giacobbi | FACEBOOK [01|2015].

https://www.facebook.com/ilaria.giacobbi.3

https://www.facebook.com/selciaroliromani/timeline

— ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA. “SAMPIETRINI A ROMA” – Dott.ssa Ilaria Giacobbi, Roma – “Tra Innovazione e Tradizione: da un progetto di Aldo Giacobbi realizzato dai suoi nipoti Ilaria Giacobbi e Alessio Giacobbi. Scuola Posatori e tutela del mestiere del selciarolo come patrimonio di Roma Capitale,” di Dott.ssa Ilaria Giacobbi Presidente, Associazione Selciaroli Romani (04|01|2015), [PDF], pp. 1-3.

PDF = Dott.ssa Ilaria Giacobbi, Roma – “Tra Innovazione e Tradizione: da un progetto di Aldo Giacobbi realizzato dai suoi nipoti Ilaria Giacobbi e Alessio Giacobbi. Scuola Posatori e tutela del mestiere del selciarolo come patrimonio di Roma Capitale,” di Dott.ssa Ilaria Giacobbi Presidente, Associazione Selciaroli Romani (04|01|2015), [PDF], pp. 1-3.

— ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA. “SAMPIETRINI A ROMA” – Dott.ssa Ilaria Giacobbi, Roma – “Safeguarding of the Intangible Cultural Heritage” – Descrizione: subtitle intruzione alla proposta di tutela del mestiere del posatore di sanpietrini come patrimonio culturale INTANGIBILE, di Dott.ssa Ilaria Giacobbi Presidente, Associazione Selciaroli Romani (02|2012), [PDF], pp. 1-7 [04|01|2015].

PDF = Dott.ssa Ilaria Giacobbi, Roma – “Safeguarding of the Intangible Cultural Heritage” – Descrizione: subtitle intruzione alla proposta di tutela del mestiere del posatore di sanpietrini come patrimonio culturale INTANGIBILE, di Dott.ssa Ilaria Giacobbi Presidente, Associazione Selciaroli Romani (02|2012), [PDF], pp. 1-7 [04|01|2015].

— ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA. “SAMPIETRINI A ROMA” – Conference stampa – “TRA INNOVAZIONE E TRADIZIONE,” di Dott.ssa Ilaria Giacobbi Presidente, Associazione Selciaroli Romani (02|2012), [PDF], pp. 1-3 [04|01|2015].

PDF = Conference stampa – “TRA INNOVAZIONE E TRADIZIONE,” di Dott.ssa Ilaria Giacobbi Presidente, Associazione Selciaroli Romani (02|2012), [PDF], pp. 1-3 [04|01|2015].

ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA. “SAMPIETRINI A ROMA” – Ilaria Giacobbi; Alfredo Donati; & Gianfranco Tantani, “TRA INNOVAZIONE E TRADIZIONE INSIEME FAREMO STRADA,” di Dott.ssa Ilaria Giacobbi Presidente, Associazione Selciaroli Romani (02|2012), [PDF], pp. 1-8 [04|01|2015].

PDF = Ilaria Giacobbi; Alfredo Donati; & Gianfranco Tantani, “TRA INNOVAZIONE E TRADIZIONE INSIEME FAREMO STRADA,” di Dott.ssa Ilaria Giacobbi Presidente, Associazione Selciaroli Romani (02|2012), [PDF], pp. 1-8 [04|01|2015].
II). ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA. “SAMPIETRINI A ROMA”- Margherita Zanzarella Dottori, “NO ALLA RIMOZIONE DEI SAMPIETRINI A ROMA,” FACEBOOK (30|12|2014).

“Ce li misero i papi nel ‘500, grazie ad una tassa sulle meretrici! Si, i “serci” sono stati messi in posa nel per far scivolare meglio le carrozze …. e sono diventate un simbolo di Roma!”

— M. Z. Dottori, FACEBOOK (30|12|2014).

https://www.facebook.com/groups/733286696757500/

— s.v., Margherita Zanzarella Dottori (A CURA DI) NO ALLA RIMOZIONE DEI SAMPIETRINI A ROMA, FACEBOOK (30|12|2014).

http://wp.me/pPRv6-2B7

 

III). Foto, ‘Roma, Sampietrini & Serciaroli’ (1910 |1899) =

— Roma, “Serciaroli alla Stazione Termini | Piazza dei Cinquecento” (1910), in: ‘Roma ieri, Roma oggi’ di Alvaro de Alvariis (20|02|2007) [01|2015].

1910 2007 Serciaroli alla Stazione Termini

— Roma, “Serciaroli a Palazzo Verospi e Caffè Aragno di A.Ravaglioli (1899) | Via del Corso a Colonna,” in: ‘Roma ieri, Roma oggi’ di Alvaro de Alvariis (27|11|2007) [01|2015].

1899 2007 Serciaroli a Palazzo Verospi e Caffè Aragno

 

IV). Foto varri – “Roma & Sampietrini” in: FLICKR (01|2015)

https://www.flickr.com/search?text=sampietrini+ROMA
s.v.,

 

— ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: “Roma & Sampietrini” =

1). = Pier Paolo Pasolini, “La Forma della Citta” (1974), in: Enrica Petrucci, (…) Editore: FrancoAngeli (2013-14), p. 7. [GOOGLEBOOKS 2015].

https://books.google.it/books?id=dgqpAgAAQBAJ&hl=it&source=gbs_navlinks_s

http://www.francoangeli.it/Ricerca/Scheda_libro.aspx?ID=21685&Tipo=Libro&titolo=Renovatio+pavimentorum.+Metodologie+d+intervento+per+le+antiche+pavimentazioni+stradali

 

2). = Prof. Antono Cederna [Italian archaeologist & President of “Italia Nostra”, Rome], interview in: Andreas Steiner, “Per Una Capitale Della Cultura,” ARCHEO. No. 48, (02|1989), pp. 33-35; s.v.,

ENGLISH | ROME – “PER UNA CAPITALE DELLA CULTURA.” INTERVIEW – ANTONIO CEDERNA. [IN] ARCHEO N.4 8, (02|1989). [An English translation of Sen. Cederna’s interview].

FULL TEXT: ROME - “PER UNA CAPITALE DELLA CULTURA.” INTERVIEW - ANTONIO CEDERNA. [IN] ARCHEO N.48, 02/1989. [Original article with English translation of Sen. Cederna's interview].

ITALIANO | ROMA – Prof. Antono Cederna, in: Andreas Steiner, “Per Una Capitale Della Cultura,” ARCHEO. No. 48, (02|1989), pp. 33-35.

ARCHEO, 48 | 1989, p. 1 = https://www.flickr.com/photos/imperial_fora_of_rome/4103891696

ARCHEO, 48 | 1989, p. 2 = https://www.flickr.com/photos/imperial_fora_of_rome/4103891736

ARCHEO, 48 | 1989, p. 3 = https://www.flickr.com/photos/imperial_fora_of_rome/4103891776

2.1). PROF. ADRIANO LA REGINA, «Sì a togliere i sampietrini Via da Appia Antica e piazza Esedra» CORRIERE DELLA SERA (02|01|2015), & Prof. Antonio Cederna, Roma Via Appia – “I GANGSTERS DELL’ APPIA”, IL MONDO (08/09/1953), p. 5. [pdf].

http://wp.me/pPRv6-2BO

 

3). = Mr. Roberto Giacobbi, in: “Rome – For Its Motorists, Only Parts of Rome Prove to Be Eternal,” THE NEW YORK TIMES (01 Sept. 2005).

Fonte | source: Dott.ssa Ilaria Giacobbi – Presidente, Associazione Selciaroli Romani | FACEBOOK [01|2015].

https://www.facebook.com/selciaroliromani/timeline

http://wp.me/pPRv6-2BU

 

4). = Prof. Arch. Giorgio Muratore, “SAMPIETRINO ROMANO …”, Archiwatch- Il Blog di Giorgio Muratore (29|08|2013).

SAMPIETRINO ROMANO …

s.v., Prof. Arch. Giorgio Muratore, “Sampietrini … a regola d’arte”, Archiwatch- Il Blog di Giorgio Muratore (20|03|2008).

Sampietrini … a regola d’arte …

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s