ITALIA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: Intervista al ministro – “Riportiamo a casa le opere dimenticate dai grandi Musei,” CORRIERE DELLA SERA (27|12|2014) [pdf], p. 39 & CDS (25|12|2014).

ITALIA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: Intervista al ministro - "Riportiamo a casa le opere dimenticate dai grandi Musei," CORRIERE DELLA SERA (27|12|2014) [pdf], p. 39

ITALIA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: Intervista al ministro – “Riportiamo a casa le opere dimenticate dai grandi Musei,” CORRIERE DELLA SERA (27|12|2014) [pdf], p. 39 & CDS (25|12|2014).

PDF = Intervista al ministro – “Riportiamo a casa le opere dimenticate dai grandi Musei,” CORRIERE DELLA SERA (27|12|2014) [pdf], p. 39.

– MINISTERO DEI BEN CULTURALI – Mibact, online i direttori generali Cgil:«Nuove nomine,vecchia politica» Ugo Soragni alla direzione generale dei musei e Federica Galloni all’arte contemporanea. Il sindacato: «È una scelta sconsiderata»Esclusa la sorella di Buzzi. CORRIERE DELLA SERA (25|12|2014).

Ugo Soragni alla direzione generale dei musei, Federica Galloni all’arte e architettura contemporanea e periferie urbane, Mario Guarany alla direzione generale archivi. Senza alcuna nota ufficiale, ma come semplice aggiornamento dell’organigramma, sono già online sul sito del ministero i nomi dei nuovi direttori generali voluti da Dario Franceschini per guidare il ministero della Cultura rivoluzionato dalla sua riforma.

Esclusi Prosperetti e la sorella di Buzzi
Confermate tutte le indiscrezioni della vigilia, compresi i due nomi che hanno già fatto scoppiare la polemica, in particolare per l’esclusione di Francesco Prosperetti che i rumors delle settimane passate davano in prima posizione per la direzione del contemporaneo (nel 2008 Prosperetti guidò la neonata Parc) poi affidata all’architetto Federica Galloni. Confermata anche l’esclusione dalle nomine di Anna Maria Buzzi, sorella di Salvatore Buzzi, il cui nome è citato in una delle intercettazioni relative all’inchiesta di Mafia Capitale.

Le nomine
Le nomine non hanno riguardato invece le direzioni cinema, spettacolo e turismo, che non sono state toccate dalla riforma del ministero firmata da Franceschini. Di seguito le nuove direzioni con i responsabili:

1) DIREZIONE GENERALE ORGANIZZAZIONE: Gregorio Angelini
2) DIREZIONE GENERALE MUSEI: Ugo Soragni
3) DIREZIONE GENERALE ARCHEOLOGIA: Gino Famiglietti
4) DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE: Federica Galloni
5) DIREZIONE GENERALE ARCHIVI: Mario Guarany
6) DIREZIONE GENERALE BIBLIOTECHE E ISTITUTI CULTURALI: Rossana Rummo
7) DIREZIONE GENERALE PER IL CINEMA: Nicola Borrelli
8) DIREZIONE GENERALE PER LO SPETTACOLO : Salvatore Nastasi
9) DIREZIONE GENERALE TURISMO: Onofrio (Ninni) Cutaia
10) DIREZIONE GENERALE BILANCIO: Paolo D’Angeli
11) DIREZIONE GENERALE BELLE ARTI E PAESAGGIO: Francesco Scoppola
12) DIREZIONE GENERALE EDUCAZIONE E RICERCA: Caterina Bon Valsassina

I grandi musei

Nel mondo della cultura ci sono altre nomine in ballo, quelle per i direttori dei più grandi musei italiani per cui il ministro Franceschini ha fatto sapere di volere una gara internazionale. Il bando verrà pubblicato sul numero dell’Economist che uscirà il 9 gennaio 2015, ma anche sulle pagine culturali di alcuni giornali internazionali.

La Cgil: «Nomine nuove, vecchia politica»

In queste nomine c’è un segnale di «vecchia politica ministeriale». Lo denuncia la Cgil di settore, che sottolinea: «Nessun rinnovamento nei criteri di nomina e qualcuna di queste non si comprende bene in base a quali requisiti. Questa tornata doveva essere una utile occasione per dare un segno distintivo alle possibilità di rinnovamento e certo non si può affermare che questo sia avvenuto». Nella lista – anticipata da più parti – «al di là della promozione di Paolo D’Angeli al Bilancio gli altri nomi sono gli stessi di sempre e in questa tornata in piu c’è l’escluso eccellente e la nomina sconsiderata» fa notare Claudio Meloni del coordinamento Fp Cgil Mibact. Il riferimento, chiarisce , è «all’esclusione di Francesco Prosperetti e la designazione di Federica Galloni». Operazione, sottolinea il sindacalista, «non certo avvenuta per motivi curricolari, considerata l’esperienza e la competenza del primo rispetto ai dubbi non solo nostri sulle capacità specifiche della seconda». «Siamo curiosi di conoscere le motivazioni – aggiunge – ma certo il segnale che proviene da questa infornata è quello della solita vecchia politica ministeriale, se queste nomine saranno confermate ufficialmente. Nulla di nuovo sotto il sole, se non l’immagine vecchia e decadente di un ministero avvolto nel declino».

FONTE | SOURCE:

CORRIERE DELLA SERA (25|12|2014).

http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/14_dicembre_24/mibact-online-direttori-generali-cgilnuove-nominevecchia-politica-13b921fe-8b65-11e4-9698-e98982c0cb34.shtml

s.v.,

— ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: Dott.ssa Arch. Federica Galloni [ex-l’amante di Paolo Berlusconi], la nuova ”Direzione generale per il paesaggio, le belle arti, l’architettura e l’arte contemporanee,” IL MESSAGGERO (22|12|2014).

http://wp.me/pPRv6-2Aw

One thought on “ITALIA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA: Intervista al ministro – “Riportiamo a casa le opere dimenticate dai grandi Musei,” CORRIERE DELLA SERA (27|12|2014) [pdf], p. 39 & CDS (25|12|2014).

  1. La ricollocazione e la ricontestualizzazione delle opere d’arte nei luoghi d’origine potrà essere, sicuramente, un’occasione di rilancio dell’interesse del pubblico verso le opere d’arte, “dimenticate” in ogni dove, ma dove reperire gli spazi museali adatti, se dai Siti d’origine furono asportate per mancanza di spazi e personale competente?

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s