ROMA ARCHEOLOGIA e RESTAURO ARCHITITTURA: Manlio Lilli, Archeologia e metro C: il paradosso renziano degli scavi blocca-cantieri, IL FATTO QUOTIDIANO (16|08|2014).

ROMA ARCHEOLOGIA e RESTAURO ARCHITETTURA: Manlio Lilli, Archeologia e metro C: il paradosso renziano degli scavi blocca-cantieri, IL FATTO QUOTIDIANO (16|08|2014).

“Il colmo è che si bloccano i lavori perché si trovano dei reperti archeologici. Questo è un paradosso. In tutto il mondo le risultanze degli scavi archeologici permettono ai passeggeri delle metropolitane di godere di cose delle quale altrimenti non avrebbero potuto vedere. Torino, Roma con l’operazione della linea C, e Palermo sono realtà che accederanno al finanziamento delle linee metropolitane”. Renzi lo ha dichiarato a Napoli nel bel mezzo del suo tour al Sud. L’ormai famoso Decreto sblocca-Italia passa anche da questo. E’ ormai chiaro. Le Soprintendenze dovranno dare l’autorizzazione paesaggistica in tempi certi o scatteranno procedure sostitutive. Non solo. Per la conferenza di servizi si sta mettendo a punto una norma che superi il dissenso e la definizione in termini di validità per la raccolta degli atti. Con questo capitolo l’Italia delle opere ferme al palo scatterà in avanti. Si sistemerà quanto già iniziato. Soprattutto, si creeranno le condizioni perché i tempi previsti per i cantieri non siano solo un auspicio destinato ad essere deluso.

FONTE | SOURCE:

— Manlio Lilli, Archeologia e metro C: il paradosso renziano degli scavi blocca-cantieri, IL FATTO QUOTIDIANO (16|08|2014).

<a href=”http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/08/16/archeologia-e-metro-c-il-paradosso-renziano-degli-scavi-blocca-cantieri/1092332/&#8221; rel=”nofollow”>www.ilfattoquotidiano.it/2014/08/16/archeologia-e-metro-c…</a>

Advertisements